Liguria Pride, il Municipio Ponente è il primo a dare ufficialmente il patrocinio

Passa (con i voti contrari di Lista Bucci e Lega) la mozione presentata dal consigliere Filippo Bruzzone per sostenere la manifestazione che il Comune si è rifiutato di patrocinare

Aveva già annunciato che avrebbe tenuto una linea diversa, e così è stato: il Municipio Ponente è il primo a dare ufficialmente il patrocinio al Liguria Pride e alla Colorata Cena, prendendo così ulteriormente le distanze dal Comune, che dopo averlo negato per entrambe le manifestazioni ha bocciato anche l’ordine del giorno urgente presentato nell’ultimo consiglio dai consiglieri di opposizione, ultimo tentativo di far cambiare idea alla giunta Bucci.

Principale proponente della mozione del Municipio Ponente è stato Filippo Bruzzone, consigliere di A Sinistra, che nel corso della seduta del consiglio di mercoledì 18 aprile ha sottolineato che «il sindaco non soltanto ha negato il patrocinio, ma ha definito entrambi gli eventi “offensivi e divisivi”, lasciando però che il Municipio Medio Levante concedesse le sale all’associazione Il Ramo d’Oro ed evitando di esprimere giudizi sul concerto nazi-rock che si è tenuto in un locale di Nervi, sostenendo di non voler commentare le manifestazioni».

«Un comune che decide di non patrocinare questi eventi, che sono un messaggio di speranza, definendoli “offensivi e divisivi”, sta lasciando da soli ragazzini e ragazzine che oggi si fanno domande, gli stessi che domani cresceranno e dovranno nascondersi per lasciarsi andare a un gesto d’affetto nel timore di essere vittime di bullismo - ha detto Bruzzone nel suo intervento - Mi auguro che questi giovani uomini e queste giovani donne un domani possano guardarsi indietro e amarsi per quello che sono, perché è lì che nasce l’orgoglio, quel Pride che è bellissimo comunicare e condividere con gli altri. Penso che questo Municipio debba discostarsi con forza da queste posizioni, sostenendo il Pride e patrocinando gli eventi che verranno organizzati sul territorio a margine della manifestazione».

Un appello accorato, che il consiglio ha accolto approvando la mozione, passata con i voti contrari dei consiglieri della Lista Bucci e della Lega. Il Coordinamento Liguria Rainbow, intanto, porta avanti i preparativi in vista della Colorata Cena, organizzata il 19 maggio ai Luzzati in occasione della Giornata Internazionale contro l'Omofobia del 17, e del Pride, che si terrà il 16 giugno: «La manifestazione si terrà con o senza patrocinio del Comune, che, continuiamo a sottolinearlo, è gratuito e non comporta alcun contributo economico per le casse pubbliche», aveva spiegato Ilaria Gibelli, presidente del Coordinamento. E i sostenitori dell'iniziativa crescono, con decine di foto postate sui social che ritraggono i partecipanti degli anni scorsi posare fianco a fianco sorridenti, mostrando i colori dell'arcobaleno: «Ecco cosa significa essere offensivi e divisivi»

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito da un'auto mentre cammina in Sopraelevata: morto sul colpo

  • I cognomi più diffusi a Genova e il loro significato

  • Tragedia a Rapallo, 32enne trovato morto per strada

  • Sorpassa una volante dei carabinieri e li insulta

  • Meteo, perturbazione in arrivo sulla Liguria

  • Armato di pistola fa irruzione in pizzeria e minaccia la titolare: paura a Bolzaneto

Torna su
GenovaToday è in caricamento