rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Attualità

Assemblea Anci, Genova vince il premio sulla mobilità sostenibile

Dal 2016 al 2021 la presenza di piste ciclabili ha avuto un'impennata del +1500%

Hanno viaggiato su una car sharing completamente elettrica. Quale scelta migliore per andare a ritirare il premio sulla mobilità sostenibile all'assemblea annuale di Anci a Parma?

Il sindaco Marco Bucci e l'assessore all’Ambiente, alla Mobilità e ai Trasporti, Matteo Campora hanno ritirato la targa dell'Urban Award 2021 per “per le molteplici iniziative a favore della mobilità dolce relativamente al bike-to-work e al bike-to-school“. 

Il premio è stato consegnato da Confindustria Ancma (Associazione nazionale ciclo motociclo accessori), Bosch, Vittorio Brumotti e Marino Bartoletti. La giuria ha riconosciuto l'impegno dell’amministrazione comunale per espandere le ciclabili, rafforzare i bicibus e ampliare i cicloposteggi. Particolarmente apprezzato il manuale del ciclista urbano e l'ordinanza, prima e unica in Italia, che obbliga all'uso del casco i conducenti dei monopatti.

Secondo i dati di Legambiente - ecosistema urbano, a Genova dal 2016 a oggi c'è stato un'impennata del +1500% sul tracciamento di piste ciclabili. La città della Lanterna si colloca anche al primo post nel trend green delle grandi città per la variazione delle polveri sottilli con un -30%. Male invece la raccolta differenziata -1,2 negli ultimi cinque anni e record in negatio per il numero di auto circolanti ogni 100 abitanti: 48,5 e un +5,3 nel quinquennio.

Tornando alle motivazioni del premio di Anci, ecco le più significative:

-la realizzazione di 67,8 km di bike-lane e di piste ciclabili della rete di 130 km prevista dal Pums, il Piano urbano della mobilità sostenibile;

-la progettazione e la prossima realizzazione, entro la primavera del 2022, di altri 10 km di percorsi ciclabili tra la pista bidirezionale di corso Italia e la “linea” della Val Bisagno;

-la realizzazione di 50 aree per la sosta di biciclette localizzate per la maggior parte nel Centro Storico e la progettazione, in fase di realizzazione, di 5 cicloparcheggi residenziali di cui 4 nel centro cittadino (largo Zecca, sottopasso piazza De Ferrari, Caricamento) e uno a Sampierdarena, oltre a 2 velostazioni presso le stazioni ferroviarie di Genova Piazza Principe e Genova Brignole; -il revamping del sistema di bike-sharing station-based costituito da 16 stazioni, per un totale di 100 biciclette di cui 26 a pedalata assistita;

-la sperimentazione della circolazione su strada dei dispositivi di micromobilità elettrica e l’istituzione di tre zone 30 nel centro cittadino (Sestiere del Molo, Spianata Castelletto e Centro Storico);

-la pubblicazione del Manuale sulle ciclabili urbane, per favorire e incoraggiare l’utilizzo dei mezzi della mobilità sostenibile; -l’individuazione di nuovi Mobility Manager aziendale, attraverso il Mobility Manager d’area, per coordinare azioni di incentivazione all’uso della mobilità condivisa in sostituzione dell’auto privata;

-l’attivazione di un tavolo di confronto con ASL 3, Ufficio Scolastico Regionale e Istituti Scolastici per l’individuazione di percorsi di bicibus e pedibus in fase sperimentale nel Centro Storico di Genova, anche grazie ai Mobility Manager scolastici; -la realizzazione del video di promozione della mobilità sostenibile “Un’altra Genova è possibile”, in collaborazione con il gruppo Facebook #Genovaciclabile, nell’ottica di diffondere il messaggio di muoversi con mezzi di trasporto alternativi al privato.

La delegazione che ha accompagnato l’assessore Campora a Parma ha viaggiato con un’automobile elettrica di Elettra Car Sharing, il servizio genovese di mobilità condivisa realizzato e fornito da Duferco con il patrocinio del Comune di Genova e in collaborazione con Volkswagen: la dimostrazione che l’uso dell’auto elettrica, a emissioni zero e a minore impatto ambientale, è possibile anche per coprire le tratte a lunga percorrenza.

«Il premio Urban Award 2021 assegnato al Comune di Genova – dichiara l’assessore Matteo Campora – rappresenta un prestigioso riconoscimento del grande lavoro di squadra che è stato fatto in questi ultimi anni, sotto la regia dell’Amministrazione comunale e della Direzione Mobilità – Unità di progetto Smart Mobility, in collaborazione con associazioni e molte realtà locali, politiche ed economiche. Non voglio citarle tutte per non correre il rischio di dimenticarmene qualcuna, ma il loro contributo, tra partecipate comunali, enti locali, centri universitari e associazioni genovesi attive sulle buone pratiche di Smart Mobility, è stato fondamentale per arrivare al premio di oggi e ai grandi passi in avanti che sono stati fatti Genova in materia di mobilità dolce, in attesa di farne altri e importanti negli anni a venire».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assemblea Anci, Genova vince il premio sulla mobilità sostenibile

GenovaToday è in caricamento