Giovedì, 28 Ottobre 2021
Attualità

Porto di Pra’, bloccato carico di oggetti per la casa finto made in Italy

I container contenevano circa 13.000 differenti oggetti in plastica per uso domestico che arrivavano da Hong Kong, ma sull’etichetta c’era solo l’indirizzo italiano

Nuovo intervento nel porto di Genova a tutela del made in Italy da parte dell’Agenzia delle Dogane.

Nel mirino dei funzionari Adm è finito un carico di oggetti per la casa proveniente da Hong Kong e diretto a una ditta del milanese.

I container contenevano circa 13.000 differenti oggetti in plastica per uso domestico (bicchieri, portasapone, tazze, bottiglie, ecc.) tutti etichettati con il solo indirizzo dell’azienda destinataria italiana, senza alcun riferimento alla produzione in territorio cinese.

È stata dunque riscontrata si la violazione amministrativa per “fallace indicazione di origine”, e l’Agenzia delle Dogane ha notificato all’importatore una sanzione dell’importo che la legge stabilisce da un minino di 10.000 a un massimo di 250.000 euro.

La ditta che ha spedito la merce dovrà dunque mettere sulle confezioni una nuova etichettatura riportante l’indicazione “Made in China” oppure “prodotto di provenienza extra-UE” prima di poter commercializzare la merce.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Porto di Pra’, bloccato carico di oggetti per la casa finto made in Italy

GenovaToday è in caricamento