Crollo Morandi, quasi pronta la "radura della memoria". Il 14 a Genova anche Conte

Aster ha ormai ultimato i lavori di allestimento dello spazio sotto il nuovo ponte in cui i parenti delle vittime si ritroveranno venerdì: il programma della giornata

Ci sarà anche il premier Giuseppe Conte, venerdì 14 agosto, alla commemorazione per il secondo anniversario dalla tragedia del crollo del ponte Morandi, in cui persero la vita 43 persone.

Il presidente del Consiglio tornerà dunque a Genova a 10 giorni dall’inaugurazione del nuovo ponte San Giorgio. Questa volta, però, nessuna cerimonia pubblica, niente frecce tricolore e niente palco, ma un momento raccolto di ricordo per le 43 vittime, così come chiesto dai parenti. 

Il programma prevede una messa alle 9,30 officiata dall’arcivescovo Marco Tasca nella chiesa di San Bartolomeo di Certosa, appuntamento aperto a tutti, mentre alle 10,30 verrà aperta la cosiddetta “radura della memoria”, lo spazio allestito temporaneamente sotto il nuovo ponte in cui i parenti delle vittime si ritroveranno in forma privata per ricordare i loro cari. Alle 11.36 un minuto di silenzio, seguito dalla lettura di brani tratti dal libro dedicato alle 43 vittime.

La giornata prosegue alle 15 a Palazzo Tursi, dove i parenti delle vittime assisteranno alla presentazione della targa in bronzo con i nomi dei loro cari, e si concluderà in serata con una fiaccolata organizzata dal comitato Oltre il ponte c’è: i partecipanti si ritroveranno alle 21 in tre punti differenti - piazza Masnata lato Sampierdarena, castello Foltzer lato Certosa e il ponte di Cornigliano - per ritrovarsi poi nella radura della memoria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Il 14 agosto per noi è un momento molto importante, siamo anche consci che in questi mesi sia già nell’aria la campagna elettorale - ha commentato lunedì Egle Possetti, portavoce del comitato Parenti Vittime del Ponte Morandi - vorremmo che per un giorno tutte le battaglie elettorali cessassero e ci fosse solo spazio per la memoria dei nostri cari e vicinanza per noi che stiamo soffrendo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex Rinascente, da ottobre arriva Axpo: inaugurazione con un omaggio a Genova

  • Genoa, cinque nuovi acquisti per Maran

  • Elezioni regionali Liguria 2020, Toti oltre il 50%. Sansa: «Avventura finita»

  • Violenza sessuale in ospedale, ausiliario approfitta di una paziente in anestesia

  • Elezioni regionali, la mappa del voto a Genova

  • Coronavirus, caso positivo al Liceti di Rapallo, classe in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento