Nuovo ponte, in quota anche l'ultima maxi campata: ora il rush finale

La terza trave da 100 metri è stata posizionata nella serata di domenica. Mancano ora 5 segmenti più piccoli e la nuova rampa per collegare A7 e A10

È arrivata in posizione nella serata di domenica l’ultima maxi-campata da 100 metri che ha portato il nuovo ponte di Genova a scavalcare completamente sia il Polcevera sia la ferrovia.

A oggi quindi, il ponte progettato da Renzo Piano misura circa 800 metri, quasi l’80% della lunghezza totale, mentre sono 6mila le tonnellate di acciaio utilizzate, lavorante negli stabilimenti del gruppo Fincantieri. L’ultima campata 1.800 tonnellate di peso, è stata sollevata a 40 metri d’altezza: le operazioni sono iniziate sabato, e tra attività preparatorie e sollevamento vero e proprio l’intera manovra ha richiesto in totale 48 ore e il lavoro di una squadra di quasi 50 persone.

I lavori nel cantieri del nuovo ponte procedono a velocità sostenuta, dunque, nonostante il nuovo decreto del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che di fatto ferma tutte le attività non indispensabili nella gestione dell’emergenza sanitaria dovuta al coronavirus: «Sono esenti dal blocco tutti i cantieri pubblici delle Liguria, le grandi opere, come lo Scolmatore del Bisagno e il nuovo ponte sul Polcevera - ha confermato il governatore ligure Giovanni Toti - i lavori su strade, autostrade, porti, reti idriche. Tutti i cantieri strategici devono andare avanti e lo faranno. È esente la filiera alimentare allargata, come anche quella logistica, con deroghe anche per i servizi di interesse nazionale, come quelli legati alle telecomunicazioni e all’energia».

In cantiere si sono comunque adottate tutte le misure di sicurezza necessarie per prevenire casi di contagio da coronavirus: assicurazione sanitaria integrativa ad hoc per tutti i dipendenti e chiusura dei propri stabilimenti, spiega Fincantieri, con l’impegno di riprendere le attività solo quando sarà possibile garantirne lo svolgimento nella piena sicurezza dei lavoratori.

"Ponte di Luce per Genova": così il nuovo viadotto si illumina con i colori della bandiera italiana

«Un risultato importante nel percorso che porta verso il completamento del nuovo ponte e che vogliamo dedicare a tutto il Paese, che oggi fronteggia un’emergenza senza precedenti, seconda solo al periodo post bellico - ha detto l’amministratore delegato di Fincantieri, Giuseppe Bono - Fincantieri metterà a disposizione tutte le proprie competenze affinché questo sforzo sia produttivo nel più breve tempo possibile, e nell’immaginare con tutte le persone responsabili il nuovo modello di sviluppo economico che ne dovrà derivare. Una volta ancora dobbiamo ringraziare tutti i nostri tecnici e operai che con il loro saper fare e con spirito di abnegazione hanno permesso al cantiere di restare operativo, rispettando gli obiettivi fissati, in un contesto sfidante per la loro salute, che continueremo a tutelare in ogni modo e ad ogni costo, perché prioritaria e imprescindibile».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il completamento del nuovo viadotto mancano ancora cinque campate da 50 metri ciascuna le spalle e la nuova rampa che unirà nuovamente la A7 alla A10. Le ultime due maxi campate sono state sollevate con il sistema strand jack a meno di due settimane l’una dall’altra, mentre la prima era stata issata in quota a metà febbraio.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, nuove regole in Liguria: alle superiori lezioni a casa a rotazione, "coprifuoco" in 4 zone di Genova

  • Covid, il coprifuoco per frenare il contagio: cosa succede nelle zone rosse. Ospedali in affanno

  • Non rispettano tempi di riposo, pioggia di multe per autisti di mezzi pesanti

  • Coronavirus e ipotesi lockdown, Bassetti: «Coprifuoco opportuno per Genova, Milano e Roma»

  • Dialetto curioso: "massacan", da dove deriva questa parola antichissima?

  • Il postino di "C'è posta per te" arriva a Torriglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento