Nuovo ponte, Bucci: «Un evento per ricordare le vittime e uno per la fine dei lavori»

Il sindaco e commissario per la ricostruzione ha risposto alle polemiche sul concerto organizzato da WeBuild, chiarendo che il 14 agosto ci sarà una cerimonia in ricordo dei 43 morti del Morandi

Un momento di ricordo e uno di celebrazione: il sindaco Marco Bucci ha chiarito cosa succederà nelle prossime settimane riguardo al nuovo ponte, i cui lavori, con il getto della soletta, si avviano ormai alla conclusione.

Il primo cittadino ne ha parlato nel coso di una videochat organizzata dall’Agenzia comunale per la famiglia cui hanno partecipato gli studenti genovesi: «Ci saranno due eventi distinti, uno il 14 agosto per ricordare i morti nel crollo del Morandi e uno prima per celebrare il nuovo ponte», ha chiarito, rispondendo alla domanda di una studentessa che chiedeva aggiornamento sulle proteste innescate dall’annuncio di un concerto inaugurale organizzato da WeBuild (già SaliniImpregilo).

«Ogni dettaglio sarà comunicato e concordato con i familiari delle vittime», ha aggiunto Bucci, confermando così il filo che lega la struttura commissariale al Comitato Parenti Vittime del Ponte Morandi. Proprio il comitato, tramite la portavoce Egle Possetti, aveva chiesto che i nomi delle 43 vittime non venissero nominati nel corso del concerto, invocando riserbo e rispetto per le vite perse.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Noi vorremmo un’inaugurazione sobria, pensiamo sia molto emozionante il concerto in piazza dell’orchestra - aveva detto Possetti con riferimento al concerto in piazza organizzato dal Carlo Felice - pensiamo sia d’obbligo il taglio del nastro sul ponte, pensiamo sia molto forte e d’impatto il suono delle sirene del porto, pensiamo sia doveroso l’inno nazionale, non riusciamo a capire la camminata sul nuovo ponte, ma sembra che molti cittadini la vogliano fare. Troviamo assurdo un concerto stile “Sanremo" (anche in fase 2 Covid inoltre) ma per festeggiare cosa?».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genoa, cinque nuovi acquisti per Maran

  • Ex Rinascente, da ottobre arriva Axpo: inaugurazione con un omaggio a Genova

  • Elezioni regionali Liguria 2020, Toti oltre il 50%. Sansa: «Avventura finita»

  • Violenza sessuale in ospedale, ausiliario approfitta di una paziente in anestesia

  • Coronavirus, caso positivo al Liceti di Rapallo, classe in quarantena

  • Pré, donna accasciata a terra nel sangue: altro weekend di violenza in centro storico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento