Attualità

Poligono virtuale e aule addestramento: inaugurato il nuovo Polo Formazione della Polizia Locale

La struttura sorge al 21esimo piano del Matitone ed è interamente dedicata a formare e aggiornare gli agenti. Uno schermo di due metri a tecnologia 3D ne è il fiore all'occhiello

Spazi su misura e tecnologia per formare gli agenti della polizia Locale. È stato inaugurato giovedì mattina al 21esimo piano del Mattone il nuovo Polo Formazione del corpo, una struttura che tra le principali novità conta su un innovativo poligono virtuale con sistema di tiro dotato di tecnologia 3D.

Nel nuovo Polo trovano spazio anche una sala conferenze e formazione da 50 posti per attività di docenza in presenza e da remoto, due aule per l’addestramento tecnico e operativo del personale e una palestra. C'è inoltre una biblioteca multimediale consultabile dagli operatori in remoto 24 ore su 24, utilizzata per la formazione teorica e per l’erogazione dell’attività di formazione, apprendimento e aggiornamento su tutte le materie di competenza della Polizia Locale.

Il Polo Formazione della Polizia Locale di Genova può essere utilizzato da tutte le polizie Locali della Liguria, oltre che dalle Forze dell’Ordine. La realizzazione del poligono virtuale e di una delle due aule di addestramento è stata finanziata da Regione Liguria in base all’articolo 2 del D.L. 14/2017 che permette la stipula di accordi integrati per la sicurezza tra Stato e Regione, accordo siglato dal prefetto e dal presidente dell’Ente regionale.

Nel 2020 si sono tenuti complessivamente 82 corsi di formazione, per un totale di 4.264 allievi coinvolti. Considerato l'alto numero delle assunzioni eseguite di recente dall’amministrazione, oltre la metà dell’attività di formazione (56%) è stata dedicata alla prima formazione, con un restante 22% per la formazione specifica/specialistica e un altro 22% per l’aggiornamento degli operatori in servizio. La formazione, eseguita esclusivamente con risorse interne al corpo di polizia Locale, è avvenuta attraverso una prima fase di attività in presenza e una seconda – più corposa – in modalità di videoconferenza o da remoto in rete e-learning.

Il poligono virtuale

Elemento essenziale e fulcro del Polo Formazione è il poligono virtuale. Si tratta di un sistema multimediale virtuale di tiro dotato di tecnologia 3D, proiettato su uno schermo di due metri per tre, provvisto di diagnostica, con coaching automatico intelligente e controllato da stazione fissa.

Il poligono virtuale offre un campo di tiro simulato atto all’addestramento con le armi in situazioni non sempre riproducibili, per motivi di incolumità degli operatori, all’interno di un poligono a fuoco. Rispetto a quest’ultimo, infatti, il sistema elettronico di addestramento garantisce numerosi vantaggi compiendosi in totale sicurezza per gli operatori, annullando tutti gli aspetti inquinanti ambientali, permettendo di analizzare i risultati dell’addestramento e registrando progressi ed errori.

Il sistema virtuale consente inoltre, durante l’attività di formazione operativa, l’introduzione di variabili di addestramento che, nella vita reale, potrebbero risultare decisive per l’incolumità degli operatori e per i cittadini, fornendo una diversa consapevolezza all’agente che può così addestrarsi in scenari predisposti e non riproponibili in altri contesti.

Della gestione del sistema si occupano alcuni operatori della Polizia Locale che, grazie a un addestramento specialistico di 30 ore con un tecnico professionista della casa fornitrice, hanno conseguito l’abilitazione all’uso e alla creazione di scenari personalizzati da proporre nella formazione.

«Il corpo può da oggi vantare la disponibilità di un Polo formativo completo che garantirà a tutti gli operatori un’adeguata e costante formazione, elemento essenziale per adempiere con serenità e correttezza le numerose e complesse funzioni svolte - ha spiegato il comandante della Polizia Locale Gianluca Giurato –  Fiore all’occhiello di questo progetto, un moderno e tecnologicamente avanzato poligono virtuale tra i più evoluti oggi presenti in tutta Europa».

«La formazione è un punto centrale della nostra amministrazione e, nel caso della Polizia Locale, rappresenta il primo e migliore strumento per garantire la sicurezza degli operatori e la massima efficienza del servizio per la cittadinanza - ha detto l’assessore comunale alla Sicurezza, Giorgio Viale - Con il nuovo Polo Formazione, il Corpo della Polizia Locale di Genova si dimostra nuovamente tra i più attivi e all'avanguardia nel panorama nazionale».

«Per promuovere una sicurezza sempre più integrata con il territorio Regione Liguria ha predisposto nel 2019 un bando che consente oggi al Comune di Genova di creare un polo all’avanguardia per l'analisi dei documenti falsi, un ufficio mobile per la lavorazione di pratiche amministrative direttamente nei quartieri e la realizzazione di un poligono di tiro virtuale - ha aggiunto il collega in Regione, Andrea Benveduti - Nasce così il polo di aggiornamento professionale unico, a disposizione di tutte le Polizie Locali liguri, oltre che delle Forze dell’Ordine, che va ad ampliare l’area di addestramento, formazione e specializzazione degli operatori di Polizia Locale».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poligono virtuale e aule addestramento: inaugurato il nuovo Polo Formazione della Polizia Locale

GenovaToday è in caricamento