Il parco dell'Acquasola si trasforma in ristorante a cielo aperto per due mesi

Proseguono i preparativi in vista del primo settembre, giorno di apertura di "Gustando il parco": cinque postazioni per ristoratori che si alterneranno nella presentazione dei loro piatti e menù

Il sindaco Marco Bucci aveva annunciato l'intenzione di puntare su spazi aperti dedicati all'enogastronomia nel post lockdown, e il parco dell'Acquasola si trasforma in banco di prova.

Dal primo settembre al 31 ottobre, infatti, l'area verde a pochi passi da piazza Corvetto, si trasformerà in un grande ristorante a cielo aperto, circondato dai platani secolari dell'Acquasola: in questi giorni procedono i preparativi per il montaggio delle strutture necessarie, dal palco che ospiterà dibattiti, musica e laboratori per bambini alle panche e ai tavoli per i 150 coperti.

"Gustiamo il Parco" resterà aperto tutti i giorni, dal lunedì al venerdì dalle 18 alle 24, nei festivi e pre-festivi dalle 12 alle 24: due mesi in cui i ristoratori potranno prendere posto a turno in cinque strutture in legno per servire i propri piatti e presentare i propri menù.

La location così particolare ha inoltre imposto una particolare attenzione all'ambiente: niente plastica, ma posate di acciaio, piatti di ceramica e bicchieri di vetro, tutto riutilizzabile, per evitare di produrre rifiuti ingestibili, e incontri a tema con esperti di ambiente ed ecologia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Parliamo di un luogo storico, simbolo di una città - ha spiegato Massimiliano Spigno, presidente di Fiepet Confesercenti Genova - Si tratta di un'occasione unica per riscoprire il parco di sera e dare la possibilità ai ristoratori di far meglio conoscere i propri piatti. La volontà è proprio quella di tendere la mano a quelle realtà che, a causa dell'emergenza Coronavirus, non hanno avuto modo di usufruire degli spazi giusti, sia interni sia esterni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in sopraelevata, muore una ragazza di 28 anni

  • Schianto in Sopraelevata, choc per la morte di Ginevra: «Ciao angelo»

  • Elezioni regionali Liguria 2020, Toti oltre il 50%. Sansa: «Avventura finita»

  • Elezioni regionali, la mappa del voto a Genova

  • Un Premio Oscar a Genova: Helen Mirren pranza in una trattoria del centro

  • Elezioni, prende forma il nuovo consiglio regionale: i nomi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento