rotate-mobile
Attualità

"Palazzi Svelati", per il 2 giugno le sedi delle istituzioni aprono le loro porte: oltre 4mila prenotazioni

L’elenco comprende anche il palazzo della Regione di piazza De Ferrari, che ha registrato, fino a ora, circa 810 prenotazioni, pari al 90% dei posti disponibili

Grande successo di pubblico per ‘Palazzi Svelati”, l’apertura straordinaria dei palazzi delle istituzioni in occasione del 2 giugno, la Festa della Repubblica: nel giorno che precede l’evento, erano già oltre 4200 le prenotazioni delle persone per visitare una delle 22 sedi istituzionali aderenti all’iniziativa. L’elenco comprende anche il palazzo della Regione di piazza De Ferrari, che ha registrato, fino a ora, circa 810 prenotazioni, pari al 90% dei posti disponibili per i tour guidati. Per questo, per venire incontro alle richieste del pubblico, sono stati aggiunti altri 4 turni ai 40 previsti.

Già noto come “Palazzo della Navigazione generale italiana”, l’edificio della Regione in piazza De Ferrari è attualmente la sede della giunta regionale della Liguria. Realizzato nel corso degli anni '20 del Novecento a cura degli ingegneri Cesare Gamba e Giuseppe Tallero, unisce linee neorinascimentali e art – decò; degni di nota anche il cancello d'ingresso, opera di Bartolomeo Pinasco, e lo scalone che conduce ai piani superiori.
I visitatori della sede della Regione Liguria potranno ammirare, domani, una selezione delle opere d’arte custodite al suo interno e normalmente non visibili al pubblico, arricchita per l’occasione da un dipinto proveniente da una collezione privata e accompagnato da una descrizione a cura di Anna Orlando. Il quadro, opera del pittore tedesco Pietro Maurizio Bolckman, ritrae l’attuale piazza Matteotti come appariva alla fine del XVII secolo, durante lo svolgimento di un mercato; si potrà così ammirare la piazza sotto una luce inedita, cogliendo le differenze e le similitudini tra la sua forma attuale e quella dell’epoca.

Tra le 22 dimore storiche che domani apriranno i battenti per rivelare a cittadini e turisti i propri tesori ci sono tre novità: Villa Sauli Bombrini Doria (sede del Conservatorio Paganini nel quartiere di Albaro), il Chiostro dei Canonici di San Lorenzo (Museo Diocesano di Genova) e il Palazzo Ducale di Genova.

Tutti i “Palazzi Svelati” saranno aperti al pubblico a partire dalle 9 di domenica 2 giugno; prenotazioni sul sito https://palazzisvelati.happyticket.it/.

I “Palazzi Svelati” 2024

Palazzo Doria Spinola – Prefettura e Città Metropolitana di Genova; Palazzo della Regione Liguria; Palazzo Doria Tursi - Comune di Genova; Palazzo Tobia Pallavicino - Camera di Commercio; Palazzo della Borsa; Palazzo De Gaetani - Banca d'Italia; Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti; Palazzo dell'Università; Palazzo Lomellini Patrone - Comando Militare Esercito "Liguria"; Palazzo San Giorgio - Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale; Museo del Risorgimento - Istituto Mazziniano; Sala Operativa della Protezione Civile di Regione Liguria; Avvocatura Distrettuale dello Stato; Palazzo Ducale di Genova; Palazzo degli Uffici Finanziari - Agenzia delle Entrate; INAIL - Direzione regionale Liguria; Forte San Giorgio - Istituto Idrografico della Marina; Capitaneria di Porto - Guardia Costiera; Comando dei Vigili del Fuoco; Chiostro di San Lorenzo – Museo Diocesano; Villa Sauli Bombrini Doria – Conservatorio Paganini; Caserma "San Giorgio" - Comando Regionale della Guardia di Finanza.

Maggiori dettagli e orari sul sito https://www.regione.liguria.it/homepage-attivita-istituzionale/item/41060-palazzi-svelati-2024.html 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Palazzi Svelati", per il 2 giugno le sedi delle istituzioni aprono le loro porte: oltre 4mila prenotazioni

GenovaToday è in caricamento