Fials: «Concretizzato lo scippo delle indennità all'ospedale San Martino»

Al pronto soccorso, in dialisi, nei reparti covid senza indennità infettivi. L'azienda scippa l'indennità in busta paga

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

La scrivente O.S. FIALS, contesta nel merito e nel metodo, la comunicazione dell’Azienda (nota 0042116/20 del 30/10/2020), nella quale, a fronte della disattesa corresponsione delle indennità sub-intensiva e infettivi nella mensilità di ottobre, nega ai lavoratori il riconoscimento di quanto precedentemente (da anni !!!), veniva riconosciuto. Infatti con decisione aziendale, al personale che opera in U.O. di Pronto Soccorso e Dialisi non verrebbe più corrisposta indennità ex art. 44 comma 6 (malattie infettive).

Decisione inaccettabile ed irricevibile anche sotto il profilo delle corrette relazioni sindacali, che dovrebbero prevedere (come concordato in trattativa), l’apertura di un tavolo di confronto. E' vergognoso ed è inaccettabile. Non solo perché questo scippo avviene mettendo impunemente le mani nelle buste paga dei lavoratori, ma anche perché avviene in un momento in cui il contagio cresce e l'impegno di tutti, a partire dal Pronto soccorso, è al massimo. Ma evidentemente la burocrazia che dirige S. Martino e la Sanità genovese pensa più ai cavilli contrattuali che alla tutela della salute. Davvero efficaci. Davvero imbarazzanti. Davvero inopportuni. Chiediamo che venga immediatamente restituita ai lavoratori l'indennità sottratta. Tutti sanno che l'indennità Infettivi è stata introdotta qualche anno or sono – dopo confronto sindacale – in ragione delle condizioni operative oggettive del Pronto soccorso che è Hub regionale per le malattie infettive. Tutti sanno che le due indennità (sub-intensiva e infettivi) sono cumulabili (art 86 comma 14 CCNL).

Davvero Lor signori non hanno altro da fare che lucrare su 5 (cinque!!!) euro al giorno di chi è al lavoro per proteggere l'intera comunità da un virus mortale? E già che siamo in argomento perché l'indennità infettivi non viene immediatamente pagata ai lavoratori nei reparti di degenza che sono stati riattivati per il Covid? Ci aspettiamo e rivendichiamo dall’Azienda il riconoscimento dell’indennità infettivi (ex art. 44 comma 6), allargandola a tutte le U.O. trasformate in reparti COVID e i reparti così detti grigi. Comunichiamo che la scrivente O.S. FIALS, in caso di risposta negativa, valuterà con ilavoratori le iniziative sindacali conseguenti. Invitiamo tutti i lavoratori a contattare i delegati FIALS per comunicazioni e chiarimenti in merito. FIALS Segreteria Policlinico S.Martino Ist - sindacato.fials@hsanmartino.it

Torna su
GenovaToday è in caricamento