Tamponi, il piano di Alisa: aumento di 7-8mila a settimana

L’assessore alla Sanità, Sonia Viale, annuncia un incremento dei test nelle diverse Asl e conferma di avere dato mandato alle direzioni sanitarie di avviare la procedura

Liguria regione con più morti in proporzione agli abitanti e tra quelle che effettuano meno tamponi: della questione si dibatte ormai da settimane, soprattutto con l’ingresso in fase 2 e l’apertura quasi integrale delle attività, e da parte di Alisa è arrivato l’annuncio: nelle prossime settimane i tamponi dovranno aumentare di 7-8mila a settimana.

A confermarlo è stata Sonia Viale, assessore regionale alla Sanità, che ha ammesso che «dobbiamo aumentare il numero di tamponi effettuati e dobbiamo controllare lo stato delle varie apparecchiature, ne abbiamo discusso con il professore Icardi e ci siamo posti degli obiettivi di sistema».

Tra gli obiettivi ci sono quelli di aumentare i tamponi per il personale sanitario delle rsa, circa 1.000 test a settimana in più, prendendo in considerazione anche le strutture covid-free, e l’implementazione della capacità di tracciamento dei contatti, aumentando anche i tamponi sul territorio, per un totali 3-4mila test in più alla settimana. 

A questo si aggiunge l’accordo tra la Regione e le Camere di Commercio per i test seriologici per i lavoratori, che «comporteranno l’effettuazione del test molecolare - ha detto Viale - Si prevede un aumento di mille test a settimana, il che significa che c’è la necessità di aggiungere 7-8mila test alla settimana. Abbiamo dato gli obiettivi alle varie Asl: l’Asl 1 dovrà arrivare a 1.000 test in più, la Asl 2 a 500, le Asl 3 e 4 a 5.000 test a settimana in più e la Asl 5 a 1.500 test in più a settimana»

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«È un obiettivo alla nostra portata - ha concluso Viale - grazie anche all’arrivo di nuove apparecchiature. C’è stato un incidente con la nuova apparecchiatura allestita al San Martino, ma oggi sono arrivati  ipezzi di ricambio dalla Finlandia, ci si lavorerà tutta la notte e mercoledì mattina dovrebbe rientrare in servizio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex Rinascente, da ottobre arriva Axpo: inaugurazione con un omaggio a Genova

  • Elezioni regionali Liguria 2020, Toti oltre il 50%. Sansa: «Avventura finita»

  • Violenza sessuale in ospedale, ausiliario approfitta di una paziente in anestesia

  • Elezioni regionali, la mappa del voto a Genova

  • Coronavirus, individuato secondo cluster a Genova

  • Pré, donna accasciata a terra nel sangue: altro weekend di violenza in centro storico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento