Lunedì, 27 Settembre 2021
Attualità

"No alla dittatura del green pass", sabato manifestazione anche a Genova

Il tam tam è partito sui social, in particolare su Telegram, e coinvolte molte città italiane. I partecipanti protestano contro l'obbligo di vaccinarsi per ottenere la certificazione verde e mantenere maggiori libertà

Basta dittatura, no al green pass obbligatorio: con questa premessa sabato 24 luglio si scenderà in piazza anche a Genova, così come già accaduto a Torino, per una manifestazione convocata per le 17.30 a De Ferrari.

“Contro il passaporto schiavitù, contro gli obblighi vaccinali, contro la truffa covid, contro la dittatura instaurata e per la libertà”, spiegano gli organizzatori della manifestazione, che hanno scelto i social - soprattutto Telegram attraverso il canale Basta Dittatura - per raccogliere adesioni e aggiornare la lista delle le città coinvolte.

A venerdì pomeriggio erano decine le città in cui la manifestazione contro il green pass obbligatorio risulta convocata, da Roma a Milano passando per Lecce, Forlì e Trento. Nella lista anche Torino, dove giovedì sera decine di persone si sono presentate in piazza Castello proprio per protestare contro l’obbligo formalizzato dal premier Mario Draghi con una conferenza stampa prima e con un decreto poi.

Anche la sezione genovese di Italexit, il partito del senatore Gianluigi Paragone, ha lanciato un’iniziativa per dire no al green pass obbligatorio, nel suo caso una raccolta firme con tappe in tutta Italia: a Genova il banchetto sarà in piazza Matteotti il 30 luglio a partire dalle 18.

In Liguria intanto, alla notizia dell’obbligatorietà del green pass per partecipare, di fatto, alla maggioranza della vita sociale - per bar e ristoranti è richiesto solo al chiuso e per consumazioni al tavolo, ma vale anche per concerti, palestre, piscine, palazzetti e stadi - le prenotazioni per il vaccino anti coronavirus sono schizzate.

“Giovedì sera quasi 5mila persone si sono presentate ai nostri hub per vaccinarsi e nelle ultime 24 ore quasi 8mila hanno preso appuntamento, anche grazie alla scelta che ho sostenuto da subito di utilizzare il Green pass nelle situazioni più a rischio contagio - ha detto Toti - Vacciniamoci per scongiurare nuove chiusure, vacciniamoci per tornare a vivere”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"No alla dittatura del green pass", sabato manifestazione anche a Genova

GenovaToday è in caricamento