Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità

Neve in città e polemiche sulla salatura, Tursi replica: «Non si può salare se piove»

Il sindaco Marco Bucci e il consigliere Gambino ricordano che in caso di pioggia non è possibile spargere il sale e assicurano: nessuna particolare criticità dovuta alla nevicata

Photo credit: Camoirano Daniela @sei di voltri se

«Spazzaneve e spargisale dal Comune di Genova, ancora un miraggio»: l’accusa (col sorriso) arriva da Federico Romeo, presidente del Municipio Valpolcevera, che lunedì mattina ha puntato il dito contro il mancato passaggio dei mezzi anti neve in una zona in cui i fiocchi si sono fermati, con conseguenti disagi al traffico.

Le segnalazioni sulle strade innevate si sono susseguite per tutta la mattinata, con diversi genovesi che hanno chiesto, a mezzo social, spiegazioni sulla mancata salatura della strada. Anche l’opposizione del sindaco Marco Bucci si è unita al coro, ed è stato proprio Bucci per primo a chiarire, a margine della presentazione del Capodanno in streaming, che «la salatura non si può fare quando piove, perché viene lavata via».

Lunedì mattina, dopo una nottata di pioggia, sono state soprattutto le alture della città a svegliarsi imbiancate, oltre che l’entroterra. Anche alcuni tratti costieri hanno riservato prò uno spettacolo inusuale: è successo a Voltri, dove la mareggiata ha fatto da sfondo a una spiaggia ricoperta di bianco.

Dal punto di vista dei trasporti, Amt ha avuto qualche criticità in mattinata nelle zone collinari, dove alcune linee sono state interrotte, ma intorno alle 12.30 la situazione era tornata alla normalità con l’unica eccezione della ferrovia Genova-Casella, interrotta in favore di bus sostitutivi. Con il nuovo piano neve, varato a gennaio, in caso di neve il servizio è ridotto del 30% per avere già in rimessa mezzi con catene pronti a partire e garantire continuità.

«Il piano neve è stato applicato secondo quelle che erano le previsioni meteo e le precipitazioni in atto - ha confermato il consigliere delegato alla Protezione Civile, Sergio Gambino - Non è stato possibile fare la salatura preventiva perché tutto il territorio cittadino è stato interessato da copiose piogge già dalle prime ore della sera. È stato possibile fare il primo giro di salatura solo in maniera puntuale nelle zone dove ha nevicato. Amt ha garantito tutte le linee tranne per brevi periodi di interruzione, soprattutto su strade con elevata pendenza, in particolare Fiorino, Crevari e San Cipriano. Le strade  principali sono state sempre percorribili, con rallentamenti fisiologici».

I consiglieri comunali del PD e di Lista Crivello hanno però voluto presentare un’informativa urgente al sindaco Bucci per approfondire le iniziative prese e «le ragioni della mancata salatura di molte strade collinari e periferiche. Nonostante la nevicata fosse stata ampiamente preannunciata e fosse evidente che la situazione si sarebbe evoluta nel corso della notte, gli interventi sono stati tardivi, diventando in molti casi inefficaci - scrivono in una nota congiunta - solo dopo le 5 si è provveduto alla salatura delle strade, ma a quell’ora in molte zone della città già nevicava.  Anche la macchina delle aziende partecipate, Amiu e Amt, è partita molto in ritardo. Nella mattinata sulle zone collinari nessuna traccia di interventi e i presidenti di Municipio lasciati soli nell‘attesa che qualcosa succedesse da parte dell‘amministrazione comunale, che con il centro destra ha visto un forte accentramento dei servizi».

«I disagi, durante una nevicata, sono possibili - concludono i due gruppi consiliari - ma con una adeguata programmazione e un costante monitoraggio, si possono ridurre in maniera significativa. Il Centro Operativo Comunale ha questa funzione fondamentale, con un continuo monitoraggio su tutta la città. Ovviamente sono sempre indispensabili e devono essere pronti per intervenire: mezzi spargisale e mezzi spazzaneve, uomini, professionisti e volontari sul territorio e presso il Matitone e una adeguata scorta di sale presso i magazzini, come accade da decenni in tutti gli inverni genovesi».

Neve, treni soppressi e cancellazioni. Le autostrade reggono

L’odissea trasporto ha riguardato in particolare i treni: Ferrovie dello Stato ha attivato il piano neve riducendo l’offerta sulla tratta Genova - Busalla - Tortona e cancellando la relazione Busalla – Genova.

Sul fronte autostrade, invece, dopo qualche difficoltà nelle prime ore di lunedì, con conseguente stop ai mezzi pesanti su alcune tratte, alle 15 la situazione erano tornata alla normalità, con l’eccezione di qualche allagamento in A12 e in A7. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neve in città e polemiche sulla salatura, Tursi replica: «Non si può salare se piove»

GenovaToday è in caricamento