Attualità

Natale, a Tursi l'albero-opera d'arte d'acciaio addobbato dai bambini

Si tratta di un abete realizzato con 360 chili di acciaio inox e griglie forate, sistemato nel cortile e inaugurato dai bimbi della scuola Giano Grillo

Il Natale arriva anche a Palazzo Tursi, sede del Comune di Genova, dove lunedì è stato inaugurato - a addobbato - il particolare albero donato dall’associazione culturale Generazione Abile fondata dall’architetto Paola Gambale.

L’albero di Natale “urban art” è un’opera di metallo posta su una struttura di legno, realizzata con 360 chili di acciaio inox e griglie forate, realizzata grazie all’assistenza e al supporto dell’Istituto Italiano della Saldatura e patrocinata dall’Ordine degli Architetti. A occuparsi delle decorazioni e dell’addobbo sono stati i bambini della scuola elementare Giano Grillo, che hanno utilizzato 120 palline realizzate con materiale di scarto e lavorate a mano con l’aiuto dei loro insegnanti.  

L’albero aveva esordito lo scorso anno in piazza Santa Fede, e quest’anno è stato trasferito nel cortile di Palazzo Tursi : «Non abbiamo voluto rinunciare alla tradizione, consolidata ormai da tre anni, di ospitare un albero di Natale nell'atrio storico di Palazzo Tursi - ha detto l’’assessore comunale al Commercio e Turismo, Paola Bordilli - Gli anni scorsi abbiamo rinnovato la tradizione genovese con il Cimello, l'addobbo dell'albero di Natale d'alloro con decorazioni locali, e quest'anno abbiamo scelto un'opera che ha trovato menzione su riviste nazionali per il suo valore. Come gli anni scorsi, seppur in modo contingentato, abbiamo voluto con forza, avere il coinvolgimento dei bambini, quest'anno della scuola elementare Giano Grillo».

«Generazione Abile nasce dal mio personale sguardo sulla società contemporanea - ha aggiunto Paola Gambale -. Può oggi l’arte definirsi fenomeno sociale, gesto collettivo? Oppure, accademicamente parlando, è ancora da definirsi unicamente espressione personale? La pandemia ha dato risposta definitiva agli ultimi, sempre più radi, dubbi. Quel “io ci sono e su di me puoi contare”, ovvero il monito delle associate che contro ogni difficoltà hanno deciso di esserci ad ogni costo anche in questa occasione, ha siglato definitivamente per me da presidente, l’inizio di un nuovo entusiasmante percorso. Se in futuro si presenteranno le occasioni, Generazione Abile, unitamente a tutti coloro che vorranno intervenire, metterà in campo per la città arte e design urbano per divulgare il tema del bello, della funzionalità, del riciclo e dell’artigianato». 

Fra gli addobbi sistemati sull’albero c’è anche una pallina natalizia del Mercantino di San Nicola, che la presidentessa Marta Cereseto ha apposto come gesto simbolico per ricordare, e rinnovare, l’impegno della sua associazione nonostante le attuali disposizioni anti Covid-19. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale, a Tursi l'albero-opera d'arte d'acciaio addobbato dai bambini

GenovaToday è in caricamento