menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cultura, in Liguria record di visite nei musei: boom di Palazzo Reale

La Liguria è al primo posto in Italia per crescita di visitatori nei primi mesi del 2018: a fare da traino, Palazzo Reale e la sua "formula magica moderna"

È la Liguria la regione più “curiosa” del 2018, almeno quando si tratta di cultura: nei primi mesi dell’anno i visitatori di musei e siti statali sono aumentati del 37,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, piazzando la nostra regione al primo posto in Italia per crescita di visitatori secondo i dati forniti dal Mibact.

A fare da traino ai musei liguri, 13 in totale da Ventimiglia a Luni, è stato Palazzo Reale, la splendida dimora di via Balbi recentemente sede di una mostra dedicata alla Lanterna molto apprezzata da genovesi e turisti e in prima linea per iniziative ed eventi finalizzati ad attirare sempre più visitatori, dalle aperture serali a quelle gratuite passando per spettacoli e manifestazioni. Da non dimenticare, inoltre, la scelta di Giovanni Veronesi di girare proprio a Palazzo Reale alcune scende del suo nuovo film, “Moschettieri del re”.

«I risultati raggiunti confermano un andamento molto positivo - è stato il commento di Serena Bertolucci, direttrice del Polo Museale della Liguria e di Palazzo Reale di Genova - Derivano da una politica culturale concertata insieme a Regione Liguria nell’ottica di un sistema nazionale nel quale le regioni sono a fianco del Ministero per i beni e le attività culturali. Il risultato raggiunto in Liguria ci induce a fare sempre meglio e ancora di più, soprattutto anche rispetto alle fasce giovanili, per far crescere giovani talenti e dare loro modo di esprimersi».

Soddisfatta anche l’assessore regionale alla Cultura, Ilaria Cavo: «Questo risultato conferma il grande lavoro e lo sforzo compiuto dal Museo di Palazzo Reale e dal Polo Museale della Liguria, cui fanno capo i siti archeologici, le fortezze e altri luoghi di cultura del nostro territorio ed è segno della grande collaborazione messa in atto con tutto il tessuto culturale della nostra regione. Questi dati sono la dimostrazione della grande capacità attrattiva dei siti liguri e del nuovo flusso di energia e di vitalità a cui tutti stiamo contribuendo. Inoltre la scelta di Regione Liguria di sostenere spettacoli teatrali nei siti archeologici ha fatto da volano per le visite ai siti museali, creando un effetto esponenziale». 

«Si tratta di numeri che incoraggiano anche tutti gli altri istituti  culturali liguri - ha concluso Cavo - e che sono di grande auspicio per i progetti futuri in comune con il Mibact e con il polo museale, come il Museo delle Migrazioni, ma soprattutto la Casa dei Cantautori  nel cui comitato scientifico è stata inserita proprio  Serena Bertolucci, direttrice del polo museale, nello spirito di una collaborazione e scambio di idee che proseguirà».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Crollo cimitero Camogli, il cronoprogramma dei lavori

  • Coronavirus

    Covid, in Liguria 248 nuovi positivi, 11 nuovi ospedalizzati

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento