Lunedì, 20 Settembre 2021
Attualità

"È stato bello incontrarci": gli emozionanti messaggi del pubblico del Teatro Nazionale di Genova

Una serata per ritrovarsi, incontrarsi nuovamente, parlare di cultura e di ripresa

Le sale dei teatri che hanno aderito alla protesta promossa da Unita la serata del 22 febbraio sono rimaste eccezionalmente aperte e illuminate: una serata per ritrovarsi, incontrarsi nuovamente, parlare di cultura e di ripresa. 

Il Teatro Nazionale di Genova, per l'occasione, ha raccolto tutti i messaggi lasciati dagli spettatori che sono entrati in sala, e li ha pubblicati sui suoi canali web: ecco quelli più emozionanti.

Il teatro è emozione! Manca a me 56 anni, a mio figlio 17 anni, a mia mamma 84. Ci stanno mancando le emozioni che solo uno spettacolo teatrale può dare, a tutte le età!

Quanto ci manca il teatro!!! La sua magia è unica, è cibo per la nostra anima, è la meraviglia che ogni sera si realizza sul palco, è la luce di mille lanterne nella notte buia. Spero tanto nell’estate e nei vostri spettacoli all’aperto !!!

Se ogni luce fosse…
Accendete ogni lampadina, tutte le candele, qualsiasi lampada.
Se ogni luce fosse un palco?
La luce è vita!

Il teatro è vita, ci immerge in un mondo pieno di belle sensazioni!!

Il teatro è la coscienza che danza tra le battute degli attori; è la personale, singola, intima voce che diventa corale; è lo sguardo sui sentimenti che non hai potuto vedere,
sulle emozioni prima nascoste.

Esattamente un anno fa mi trovavo nello splendido Teatro Carlo Felice per assistere al musical Notre Dame de Paris. È stato l’ultimo spettacolo che ho vissuto. Scrivo vissuto perché il teatro è vita. Perché regala emozioni e sensazioni che fanno sentire vivi sia attori sia spettatori. Ha la capacità di sospendere il tempo e farti ritrovare in una nuova dimensione che consente di tornare a casa rinati. Perciò il teatro deve riaprire al più presto. Perché è vita per chi di teatro vive e per chi ne usufruisce.

Il pubblico a teatro è parte attiva dello spettacolo e questa è la magia degli spettacoli dal vivo; il proporre ogni sera uno spettacolo diverso proprio grazie all’interazione con il pubblico in sala. Tutto questo si perde negli spettacoli in streaming, per i quali comunque ringrazio di cuore tutti coloro che ne hanno permesso la messa in onda.

Teatro e Cinema sono i migliori e più efficaci strumenti dell’Arte e della Conoscenza al servizio delle donne, perché aiutano a storicizzare e raccontare in modo universale le storie collettive e i grandi personaggi femminili. In modo più semplice e immediato arrivano al cuore ed esaltano le passioni e la solidarietà delle altre persone. Forse le donne non sono abbastanza consapevoli dell’importanza del Teatro per la loro vita e il loro futuro, nelle mani delle drammaturghe e dei drammaturghi, dei registi, delle attrici e degli attori c’è la nostra più concreta possibilità di diventare protagoniste della Storia, e di entrare ufficialmente a farne parte. Ora è giunto il momento in cui le donne devono appropriarsi del Teatro e del Cinema, dare un forte contributo alla rinascita e al rinnovamento necessario; ma per fare questo devono nel momento di emergenza ridefinire e rafforzare i ruoli delle donne in ogni campo nel mondo dello spettacolo.”

È la più antica forma d’arte complessa della civiltà occidentale. Senza Teatro muore la civiltà.

Esattamente un anno fa ero a teatro a Milano. Quell’atmosfera non la trovi da nessun’altra parte.

“Queste storie non avvennero mai, ma sono sempre”
Salustio

Il teatro è sogno, è vita…

il teatro è vita!

Il teatro deve riprendere in sicurezza, tantissime persone sono in ginocchio.

La vita senza teatro è come un cono senza gelato.

Il teatro È necessario

Riaprite i teatri,la cultura ci aiuterà ad uscire da questo periodo buio.

Perché è una scarica di adrenalina

La cultura non infetta

il Teatro dal vivo, manca.

#riaprireiteatri

Ma infatti. Da tecnico, e da musicista, me lo chiedo ogni giorno… non ho risposte convincenti, forse potrei anche rivolgere le mie attenzioni altrove

Perché il teatro,come tutte le forme d’arte in generale,è l’unica via che ha l’uomo per trasmettere una miriade di sensazioni,raccontare storie,donare riflessioni che ci arricchiscono l’anima e la mente. Ci rende tutti più sensibili,forse più umani,verso il mondo che si trova al di fuori. Rappresenta una dimensione senza confini,senza limiti,dove tutto è possibile e nulla è proibito. Senza il teatro potremmo tranquillamente considerarci una società morta.

Illuminiamo e riempiamo i teatri e scaldiamoli di nuovo di musica, parole e applausi. 

Luci accese questa sera, perché possano tornare a spegnersi all’apertura di un nuovo sipario.
Luci accese questa sera perché risplendano i sogni di chi è spettatore e si riaccenda la magia di chi è attore.
Luci accese stasera per non dimenticare che la cultura non può essere una parentesi chiusa.
Luci accese questa sera. S.P.

Perchè una societá senza teatro non è una societá civile. Senza spettacoli, arte e cultura non si sopravvive!

Perché è l’unico luogo dove in mezzo al caos del tempo che ci circonda si crea ancora quel silenzio di attesa per poi entrare in contatto,ascoltare e ascoltarsi. e come dopo ogni incontro umano si esce cambiati, arricchiti nel pensiero, o nelle emozioni o nella semplice condivisione di un’esperienza unica che si ripete, ma mai uguale a se stessa.

Perché altrimenti scompaio… mi serve più dell’insulina.

Caro teatro, mi manchi tanto, è il primo anno, dopo una trentina trascorsi insieme, che non ci incontriamo. Non resisto più, non vedo l’ora di poter tornare ad applaudirti, in sicurezza ovviamente 

Il teatro e’ indispensabile per ogni cultura, paese, di ogni epoca , negarlo significa regredire e non avere la capacita’ di raccontare il proprio tempo.

Perché il teatro ci permette di sognare ad occhi aperti 

Perché è energia, cuore, passione, emozione

Per me…anche solo per me!

Perché il teatro …. è vita

Per chiudere il mondo fuori e tornare bambini. Lasciarsi trasportare dalla magia e sognare, emozionarsi, ridere..

Per capire noi stessi, per capire gli altri, per affrontare le nostre paure…

Perché sarebbe una sconfitta che segnerebbe l’inizio della fine della libertà di espressione. E avremmo perso la dignità.

Ogni volta che entro in teatro provo una sensazione indescrivibile 

Perché le sensazioni che provi a teatro, dal vivo, sono uniche 

Perché nel teatro ci sono i dubbi, le passioni, l’amore degli uomini di oggi e di ieri. C’è la catarsi, l’emozione, la trasmissione di sentimenti e sensazioni

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"È stato bello incontrarci": gli emozionanti messaggi del pubblico del Teatro Nazionale di Genova

GenovaToday è in caricamento