De Ferrari, la protesta dei giovani medici: «Ripensiamo il sistema sanitario nazionale»

I laureati in Medicina scendono in piazza per chiedere che venga eliminato l'imbuto formativo: «Ci sentiamo abbandonati dalle istituzioni»

Anche a Genova la protesta dei giovani medici: venerdì mattina in piazza De Ferrari si sono ritrovati medici neo-abilitati, “camici grigi”, liberi professionisti precari, medici in formazione specialistica, corsisti di Medicina generale e studenti di Medicina e Chirurgia, che hanno manifestato per chiedere più certezze sul futuro e una riforma della formazione medico specialistica.

A contraddistinguere la protesta, andata in scena anche in altre piazza italiane, una mascherina con una X rossa e un 29: «È a nostro avviso arrivato il momento di dare una svolta sostanziale al mondo della Sanità, partendo dal finanziamento di un numero congruo di contratti di formazione per Medici specialisti e di Medicina generale - spiegano i rappresentanti delle associazioni che hanno indetto la protesta - L’obiettivo principale è quindi l’annullamento dell’imbuto formativo, possibile solo con il raggiungimento di un rapporto 1:1 tra candidati e contratti di formazione».

«Crediamo - proseguono i giovani medici del futuro - che una riforma appropriata del sistema formativo post-laurea dovrebbe includere la revisione delle modalità concorsuali del test SSM, l’ampliamento della rete formativa delle Scuole di Specializzazione, il rafforzamento dei controlli di qualità sulla didattica e la rivisitazione dei contratti di Specializzandi e corsisti di Medicina generale per un migliore inquadramento giuridico ed economico. Vogliamo una formazione di qualità, accessibile a tutti. Ci sentiamo abbandonati dalle Istituzioni, dai Ministeri della Salute, dell’Università e della Ricerca, che stanno adottando soluzioni tampone e parziali che non considerano né i bisogni di noi giovani Medici né tanto meno quelli della popolazione».

Nel corso della protesta, l’assessore regionale alla Sanità, Sonia Viale, ha deciso di scendere dal palazzo della Regione per incontrare i rappresentanti di Salviamo Ippocrate, Chi si cura di te?, ER - Ex Rappresentanti in prima linea, Farmacia Politica, Link Area Medica, Materia Grigia, Segretariato Italiano Giovani Medici: «Ogni anno si ripropone il problema dell'imbuto formativo per i medici laureati, che hanno a disposizione pochi posti e devono attendere, in media, troppo tempo per entrare in specialità. I posti sono pochi anche rispetto alle esigenze pratiche della sanità. Pur non essendo nostra competenza, da due anni abbiamo finanziato alcune borse di studio per le specialità di cui il nostro sistema ha più bisogno. Già l'anno scorso, grazie alla riduzione del disavanzo, eravamo riusciti ad aumentare le borse di studio. Cercheremo di farlo anche quest'anno, dato il problema della sovrapposizione di due annualità che porterà al concorso migliaia di laureati in più». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Questi ragazzi chiedono di lavorare e hanno già fatto una scelta forte per la loro professione e per il loro paese: la sanità italiana ha il dovere di aiutarli - ha continuato Viale - La riforma che ha permesso di fare i tirocini prima della laurea va nella giusta direzione ma ha creato, per quest'anno, un problema di intasamento maggiore perché al concorso parteciperanno i laureati dell'anno scorso e quelli di quest'anno: l'anno scorso erano 18.000, quest'anno saranno 25.000. È chiaro che è necessario un intervento mirato per quest'anno, anche in considerazione dell'attuale emergenza, e una riforma di sistema a livello nazionale. La nostra Giunta - ha concluso - chiederà con forza al Governo di affrontare questo tema e di prevedere nuovi strumenti normativi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex Rinascente, da ottobre arriva Axpo: inaugurazione con un omaggio a Genova

  • Elezioni regionali Liguria 2020, Toti oltre il 50%. Sansa: «Avventura finita»

  • Elezioni regionali, la mappa del voto a Genova

  • Un Premio Oscar a Genova: Helen Mirren pranza in una trattoria del centro

  • Coronavirus, individuato secondo cluster a Genova

  • Pré, donna accasciata a terra nel sangue: altro weekend di violenza in centro storico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento