rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Attualità

Maturità 2018, si parte il 20 giugno: il calendario delle prove

Si parte con italiano, si prosegue poi con la seconda e la terza prova assegnata in base agli indirizzi

La data tanto temuta per migliaia di studenti in tutta Italia è stata infine svelata: gli esami di Maturità 2018 partiranno il 20 giugno, in Liguria 8 giorni dopo la fine delle scuole.

Poco più di un mese, dunque, e oltre 509mila studenti del quinto anno si cimenteranno con la prima prova scritta, quella di italiano. Valeria Fedeli, ministro dell’Istruzione, ha firmato giovedì l’ordinanza, dettando i tempi della nuova tornata di esami e scegliendo i testi delle prove scritte tra le proposte selezionate dalla commissione. 

Il calendario delle prove

La prima prova scritta, italiano, come detto si terrà mercoledì 20 giugno 2018 con inizio alle 8.30, per una durata massima di 6 ore. La seconda prova è fissata per giovedì 21 giugno, con durata variabile a seconda delle discipline che caratterizzano gli indirizzi (clicca qui per scoprire le materie scelte). La terza prova, assegnata da ciascuna commissione d’esame, è in calendario lunedì 25 giugno, mentre la quarta (per gli indirizzi in cui è prevista) è fissata per il 28 giugno. 

Per quanto riguarda le commissioni, entro il 15 maggio verrà elaborato il documento e il 18 giugno si terrà la prima riunione plenaria. A oggi sono 509.307 le studentesse e gli studenti iscritti all’Esame, fatti salvi gli esiti degli scrutini finali. Di questi, 492.698 sono candidati interni. Le classi coinvolte sono 25.606, 12.865 sono invece le commissioni.

Fedeli: «In bocca al lupo ai ragazzi»

«Mancano ormai poche settimane alla Maturità - ha dichiarato il ministro Fedeli - Come ogni anno al Miur abbiamo lavorato per garantire uno svolgimento ordinato dell’Esame di Stato e per predisporre delle prove in linea con il percorso formativo delle nostre studentesse e dei nostri studenti, facendo tesoro dell’esperienza degli anni scorsi, delle osservazioni di studenti e docenti, del collegamento con le attività didattiche che si svolgono ogni giorno. Le prove, quindi, sono state elaborate tenendo conto dei nuclei tematici fondamentali delle diverse discipline, ma sono anche in correlazione con tematiche fondamentali per la crescita educativa e civile dei giovani».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maturità 2018, si parte il 20 giugno: il calendario delle prove

GenovaToday è in caricamento