Martedì, 19 Ottobre 2021
Attualità

Caos autostrade, la Regione: «Aspi e i gestori finanzino nuovi treni». Venerdì la manifestazione

Aumentano le adesioni alla manifestazione organizzata per venerdì 18 giugno davanti alla prefettura, l'assessore Berrino chiede fondi per aumentare i collegamenti su ferro con la Lombardia

Aumentano le adesioni alla manifestazione organizzata per venerdì 18 giugno davanti alla prefettura di Genova contro Autostrade e la gestione della cessione a Cassa Depositi e Prestiti.

A organizzarla sono stati i parlamentari di “l’Alternativa c’è” Mattia Crucioli e Bianca Laura Granato (Senato), Pino Cabras, Francesco Forciniti, Emanuela Corda, Jessica Costanzo e Raffaele Trano (Camera dei Deputati), il consigliere regionale Ferruccio Sansa e la Lista Sansa, il comitato Autostrade Chiare, il comitato Zona Arancione Ponte Morandi, l’Unione Comitati di quartiere genovesi e Italia Nostra sezione Genova, che hanno invitato associazioni e cittadini a partecipare all’iniziativa.

Alla manifestazione aderiscono, tra gli altri, anche il Comitato Ricordo Vittime Ponte Morandi, diversi senatori e il Pd ligure: «Venerdì alle 18 tutti davanti alla Prefettura di Genova per protestare contro il regalo da 9,5miliardi alle società concessionarie di Autostrade - ha rilanciato il consigliere regionale Ferruccio Sansa - È una manifestazione decisiva per chiedere la revoca della concessione senza che lo Stato paghi un euro. Questo, secondo noi, si merita chi ha gestito Autostrade per 20 anni e ne è uscito con dieci miliardi di plus valenze, ma lasciandoci dieci miliardi di debiti nella società (fonte il Sole 24 ore) e 20 miliardi di cantieri da fare per rimettere la rete in condizioni decenti».

La Regione Liguria intanto ha chiesto che Aspi e gli altri gestori autostradali finanzino nuovi treni per compensare i disagi provocati da cantieri e code.

«Viste le persistenti code sulle nostre autostrade ritengo a questo punto che sia necessario che Aspi e gli altri gestori mettano in esercizio nuovi treni che da Milano arrivino a Genova e nelle nostre due Riviere, come 'ristoro' per i turisti - ha detto l'assessore al Turismo e ai Trasporti Gianni Berrino, in una giornata in cui si sono registrati ancora pesanti disagi registrati sulle autostrade liguri.

«Purtroppo è certificato che, a causa dei numerosissimi cantieri aperti tutti assieme per l'incuria degli anni passati - ha aggiunto Berrino - in Liguria si viaggia su gomma sempre più lentamente e ciò rappresenta sicuramente un disincentivo a venire a soggiornare nelle nostre località, oltre a comportare una perdita di competitività delle aziende nonché un disagio continuo per i liguri».

Da qui la richiesta di finanziare «nuovi treni che garantiscano una maggior offerta di trasporto per vacanzieri e pendolari» e che «alleggerirebbero il traffico autostradale aiutando il settore turistico già sofferente per l'emergenza sanitaria dell'ultimo anno».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos autostrade, la Regione: «Aspi e i gestori finanzino nuovi treni». Venerdì la manifestazione

GenovaToday è in caricamento