rotate-mobile
Attualità Camogli

La Liguria approda ai Grammy Awards: tra le nomination un disco registrato a Camogli

Candidato alla nomination "Best Jazz instrumental album" il disco del Peter Erskine Trio registrato a Camogli

Nel mese di novembre 2021 il Peter Erskine Trio - formato da Peter Erskine alla batteria, Alan Pasqua al piano e Darek Oles al contrabbasso - approdava al Teatro Sociale Camogli e registrava nella cittadina rivierasca il disco "Live in Italy", coprodotto tra l'altro dalla cooperativa artistica con sede a Genova Zenart Management.

Oggi, a un anno di distanza, arriva la notizia della nomination ai Grammy Awards 2023 nella categoria "Best Jazz Instrumental Album" proprio per "Live In Italy": un fattore che dunque porta con sé un po' di Liguria. 

Il Grammy è il più prestigioso riconoscimento in ambito musicale e un premio tra i più importanti dell'industria dello spettacolo. Assegnato per i risultati conseguiti nel settore della musica, viene generalmente considerato come l'equivalente dei premi Oscar nel mondo del cinema. Originariamente chiamato "Gramophone Award", è presentato dalla National Academy of Recording Arts and Sciences (detta anche Recording Academy), associazione di artisti e tecnici statunitensi coinvolti nell'industria musicale.

Gli artisti

Peter Erskine ha scritto pagine fondamen­tali nella storia musicale del jazz mondiale. Nasce nel New Jersey, la sua carriera inizia nella Big Band di Stan Kenton,  subito dopo inizia la leggenda con i Weather Report. Insieme a Jaco Pastorius e Joe Zawinul diventa membro fondamentale nell’epoca d’oro di quella che è la “fusion band” più importante della storia della musica. Dopodichè lascia una traccia indelebile nel jazz degli anni 80’ all’interno degli Steps Ahead. Votato miglior batterista dell’anno per dieci volte dai lettori del Modern Drummer Magazine. La sua versatilità e le sue nume­rose collaborazioni con musicisti, big band e blasonate orchestre sinfoniche lo hanno portato ad essere presente in ben 600 dischi.

Alan Pasqua, ha suonato in tantissimi dischi insieme a Peter Erskine, la loro collaborazione con Vince Mendoza dura da molti anni. Uno dei suoi primi ruoli da professionista è stato quello di tastierista nei Giants, nelle prime uscite discografiche. Nella fusion è fondamentale il suo apporto alla musica di Allan Holdsworth, ed ancora prima insieme a quest’ultimo nei Lifetime di Tony Williams. Ha collaborato inoltre con: Bob Dylan, Michael Bublè, Pino Daniele e Santana, ecc.

Darek Oles, diminutivo di Darek Oleszkiewicz, nato in Polonia e trasferitosi subito dopo l’adolescenza a Los Angeles, inizia a suonare introdotto nel mondo del Jazz da Charlie Haden. Registra molti album sia come Leader che come Side Man, Collabora con molti jazzisti tra i quali Brad Mehldau, Bob Mintzer e appunto Erskine e Pasqua. Nel 2019 ha suonato in trio con Jonathan Barber e Pat Metheny, si ricorda un bellissimo concerto a Genova con l’Orchestra del Teatro Carlo Felice ed il Trio di Metheny, prodotto da Zenart.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Liguria approda ai Grammy Awards: tra le nomination un disco registrato a Camogli

GenovaToday è in caricamento