rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Attualità Centro / Galleria Giuseppe Mazzini

Liceo musicale Pertini: "I ragazzi quando cantano in giro sono spontanei, è bello vedere la loro passione"

"Noi docenti, quando vediamo i ragazzi che cantano tra loro, per le strade o in aereo, attirando la curiosità dei passanti, non possiamo che essere orgogliosi, soprattutto dopo due anni difficili come quelli della pandemia" spiega Luca Dellacasa, direttore del coro del liceo statale

Cantano nei laboratori a scuola, ai concerti, ma non solo: i ragazzi del liceo musicale Pertini si esibiscono "a sorpresa" anche durante i viaggi in aereo o mentre camminano per strada, com'è accaduto di recente in galleria Mazzini. C'è di mezzo lo studio, certo, ma anche una grande passione che fa sì che agli studenti venga voglia di provare e improvvisare proprio ovunque, senza aspettare il via degli insegnanti. 

"Nel curriculum degli studenti - spiega Luca Dellacasa, direttore del coro del liceo statale - ci sono aspetti formativi e performativi, per cui i ragazzi si esibiscono spesso fuori. Mi piace citare, tra gli ultimi spettacoli, il concerto di Natale a Pentema e il coro per il compleanno di A Compagna, e poi viaggi a Vienna, in Romania, prossimamente in Giordania, progetti di scambio culturale internazionale che stanno andando avanti grazie al nostro dirigente Alessandro Cavanna, al suo collaboratore Alberto Macrì, e allo staff dei colleghi". 

I ragazzi iniziano a praticare subito, dal primo anno al quinto, non solo nel coro ma anche con gli strumenti musicali. E la cosa positiva è che, allo studio, affiancano il divertimento: "La musica nasce spontanea - dice Dellacasa -. Così come si vede bene nel video girato in aereo e in quello di galleria Mazzini, sono gli studenti stessi che si mettono a cantare per divertimento. A loro viene voglia di cantare, così lo fanno, non importa dove siano, ed è bellissimo".

Nel canto, poi, entra in gioco l'aspetto emotivo: "La musica stimola endorfine e dopamina - continua Dellacasa - sono due neurotrasmettitori che generano benessere e buonumore. È bello vedere che l'attività non si esaurisce nelle aule: se i ragazzi si divertono, la passione si trasmette, viene amplificata. Qui si unisce lo studio alla passione, si fondono il dovere e buona parte di piacere. E noi docenti, quando vediamo i ragazzi che cantano tra loro, conquistando i passanti incuriositi per l'insolito spettacolo, non possiamo che essere orgogliosi, soprattutto dopo due anni difficili come quelli della pandemia, con tutte le limitazioni che hanno contrassegnato il periodo". I laboratori musicali e di studio degli strumenti - proprio in quanto laboratori - sono stati esonerati dalla dad, ma hanno dovuto fare i conti comunque con diverse restrizioni tra cui numero di studenti nelle aule e distanziamento. I ragazzi che entrano al liceo musicale, dopo aver superato un esame di ammissione, studiano diverse materie teoriche e pratiche relative alla musica: si va dalla storia della musica alla tecnologia musicale, più due strumenti, uno scelto dallo studente e uno assegnato dalla scuola, uno monodico e uno polifonico. Molti, durante gli studi, entrano o hanno in programma di entrare al conservatorio per perfezionarsi e seguire la loro grande passione, la musica, che li porta a cantare spensierati anche . 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liceo musicale Pertini: "I ragazzi quando cantano in giro sono spontanei, è bello vedere la loro passione"

GenovaToday è in caricamento