Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità

Nuovo dpcm, lavoratori dello spettacolo in piazza: protesta e flashmob

Il mondo dello spettacolo si è fermato, di nuovo, dopo il dpcm del 24 ottobre che ha chiuso cinema, teatri e sale da concerti. Venerdì mattina manifestazione locale e nazionale

Ancora un presidio in piazza De Ferrari dopo il nuovo dpcm governativo che stabilisce le misure restrittive per combattere il contagio da coronavirus. Questa volta a protestare sono i lavoratori dello spettacolo, una manifestazione a livello nazionale che si affianca a una locale e che punta il dito contro la decisione di chiudere cinema, teatri e sale da concerto.

Nel capoluogo ligure il collettivo autonomo “Emergenza Spettacolo Liguria” ha infatti deciso di associare all’iniziativa nazionale - quella che vede scendere in piazza  tutti lavoratori del comparto spettacolo ribattezzata "Assenza spettacolare" - anche un flashmob, scegliendo di passeggiare silenziosamente intorno alla fontana di piazza De Ferrari in attesa di una convocazione da parte della Regione. Dopo la passeggiata intorno alla fontana, alcuni manifestanti si sono spostati sui gradini del Ducale mettendo in mostra cartelli in cui si chiede di salvare danza, teatro e musica.

Nei giorni scorsi i lavoratori dello spettacolo del mondo ligure avevano anche protestato, simbolicamente imbavagliati, alla luce dell'ordinanza regionale 73 che viete le manifestazioni pubbliche in movimento ma anche statiche, unica regione in Italia ad avere adottato questo provvedimento.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo dpcm, lavoratori dello spettacolo in piazza: protesta e flashmob

GenovaToday è in caricamento