rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Attualità Centro / Largo pertini, 4

Ucraina, le iniziative in programma a Genova: presidi, cortei, fiaccolate

Anche il comune di Genova ha organizzato alcune iniziative domenica e lunedì

L'invasione russa (qui la diretta) in Ucraina continua, e questa mattina si hanno notizie di un grande edificio residenziale a Kiev pesantemente colpito da un missile, chi può fugge dalla città, mentre gli scontri continuano nelle zone periferiche e la Russia afferma di aver messo fuori uso più di 800 infrastrutture militari ucraine.

Il presidio in largo Pertini

Per dire "no" alla guerra, nella giornata di oggi - sabato 26 febbraio - è stato organizzato un presidio per la pace alle ore 16,30 in largo Pertini.

La manifestazione è promossa da Ora in silenzio contro la guerra, Veglie contro le morti in mare, Arci, Emergency Genova, Comitato Piazza Carlo Giuliani Onlus, associazione La Bottega Solidale, Rifondazione Comunista, Amnesty Liguria, Anpi, Comunità di San Benedetto, Unione Democratica Arabo Palestinese, associazione culturale Liguria-Palestina, associazione Senza Paura, Uil, Non una di meno Genova, Cgil Genova, Cobas Scuola Genova, Partito Democratico.

Le foto del presidio di giovedì scorso:

Presidio per la pace in piazza De Ferrari

Le iniziative del comune

Inoltre, il sindaco di Genova Marco Bucci e l’assessore Giorgio Viale hanno incontrato ieri il cappellano della comunità ucraina in Liguria, padre Vitaliy Tarasenko e Oleh Sahaydak, dell’associazione Pokrova, ai quali il primo cittadino ha rappresentato il pieno appoggio da parte della comunità genovese, in questo momento drammatico per l’Ucraina. Durante l’incontro, che è durato circa un’ora, si è deciso di pianificare una serie di iniziative condivise dall’amministrazione e dalla comunità ucraina, in segno di vicinanza e di solidarietà nei confronti della popolazione sui territori di guerra.

Domenica 27 febbraio alle 10, nell'abbazia di Santo Stefano (piazza Santo Stefano 2), sarà celebrata una messa per il popolo ucraino, alla quale parteciperà l’assessore Giorgio Viale. Al termine della celebrazione si muoverà un corteo che, attraversando via XX Settembre, piazza De Ferrari e via San Lorenzo arriverà alla cattedrale di San Lorenzo per raccogliersi in un momento di preghiera.

Lunedì 28 febbraio alle 20 partirà una fiaccolata dall'abbazia di Santo Stefano in direzione piazza De Ferrari, alla quale parteciperanno il sindaco Marco Bucci, il presidente della Regione Giovanni Toti e rappresentanti della comunità ucraina. Sulla scalinata di Palazzo Ducale, i presenti si uniranno in raccoglimento e cordoglio per il popolo ucraino.

Il palazzo della Regione si illumina con i colori della bandiera ucraina

In più, questa sera alle 19, in segno di solidarietà al popolo ucraino, la facciata del Palazzo di Regione Liguria in piazza De Ferrari a Genova si illuminerà con i colori della bandiera ucraina. L’illuminazione verrà ripetuta ogni giorno fino al 9 marzo prossimo.

Questa sera parteciperà il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti assieme a una rappresentanza del Comune di Genova, ai membri della comunità ucraina genovese e al presidente dell’associazione culturale “Pokrova” Oleh Sahaydak.

La Lanterna si illumina con i colori della pace

Mercoledì 2 marzo la Lanterna si illumina con i colori dell'arcobaleno per sostenere il valore della pace, in adesione alla campagna "La Cultura unisce il mondo" del Ministero della Cultura e in concomitanza con la giornata di preghiera e digiuno invocata da Papa Francesco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucraina, le iniziative in programma a Genova: presidi, cortei, fiaccolate

GenovaToday è in caricamento