Lunedì, 20 Settembre 2021
Attualità

Un'app per calcolare e pagare la corsa: a Genova una nuova cooperativa taxi

Si chiama Gexi e a oggi conta su circa 40 tassisti, che si sono distaccati dalla storica Cooperativa RadioTaxi: i dettagli diffusi durante un incontro in Ascom Confcommercio

Nasce una nuova cooperativa di taxi a Genova: Gexi, questo il nome con cui è stata ribattezzata, è stata presentata martedì nelle sale di Ascom Confcommercio, e conta su 36 auto bianche che portano nel capoluogo ligure un nuovo servizio incentrato soprattutto sulla tecnologia.

La presentazione si è tenuta in Ascom (che riunisce 90 sindacati e associazioni operative sul territorio genovese) alla luce dell’entrata della nuova cooperativa nell’ente: «Entrare oggi in Ascom Confcommercio costituisce per la categoria una scelta strategica, volta alla diversificazione e alla moltiplicazione dei servizi offerti attraverso una serie di sinergie con le imprese, tramite anche i loro prodotti tipici e con altre realtà attive all’interno dell’associazione - ha detto Simone Gambaro, presidente di radio taxi Gexi - Ascom costituisce per noi un bacino virtuoso nel quale poter sviluppare progetti condivisi rivolti sia ai genovesi che ai turisti e alle loro necessità Abbiamo investito molto per poter utilizzare gli strumenti di ultima generazione, come la centrale tecnologica Microtek, che è stata collegata alla centrale del nostro partner di Milano per la telegestione, e il radiotaxi 028585, leader nazionale del settore».

Il taxi si chiama e si paga con l’app

Tra le innovazioni su cui punta la nuova cooperativa, la possibilità per i clienti di prenotare e pagare la corsa con l’app “InTaxi”, che consente anche di calcolare e conoscere prima il costo indicativo della corsa e di simulare il percorso. Un po’ come accade con Uber, il servizio di trasporto su auto a noleggio con conducente contro cui i tassisti avevano intrapreso una crociata culminata con la messa al bando delle auto nere. I tassisti di Gexi hanno inoltre assicurato che su ogni vettura sarà presente un pos per consentire al cliente di pagare con bancomat e carta di credito, una rete wi-fi e il telepass.

«Gexi Genova Taxi & Transfer, il neonato radio taxi genovese parte oggi con circa 40 tassisti, ma con la certezza che molti altri sceglieranno di farne parte - ha concluso Gambaro - Siamo certi di poter svolgere un ruolo da protagonisti nel rilancio della nostra meravigliosa città»

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un'app per calcolare e pagare la corsa: a Genova una nuova cooperativa taxi

GenovaToday è in caricamento