Genova diventa un profumo, che invade la città

Tra basilico ed erbe aromatiche, l'essenza sposa diverse note olfattive legate ai simboli di Genova e della Liguria. Cinquecento litri di fragranza profumeranno dieci tappe del cuore della Genova antica

Genova è la prima città al mondo a dotarsi di un proprio profumo ufficiale. Una fragranza ispirata agli aromi della città e della Liguria, che raccoglie i loro profumi sospesi tra terra e mare e che sarà diffusa, dal 12 settembre al 13 ottobre, tra i vicoli del centro storico della Superba, in aeroporto, nella stazione marittima e all'accoglienza del Salone Nautico, un percorso olfattivo di oltre due chilometri tra le meraviglie della città antica.

Le dieci tappe del centro storico a essere profumate da cinquecento litri di fragranza "Genova", distribuiti da oltre duecento diffusori, sono via di Scurreria, via San Lorenzo, via Luccoli, via XXV aprile, via Roma, Galleria Mazzini, via di Canneto il Lungo, piazza delle Erbe, via Banchi e via Sottoripa.

La fragranza "Genova" nasce dalla creatività di tre giovani imprenditori, con l'intenzione di rendere la Superba sempre più attrattiva, bella e accogliente con un evento mai visto prima in nessun'altra città. «È un'essenza creata ad hoc - svela Martino Gavazzi, ceo di Euthalia Frangrances - che coglie le note olfattive di Genova e della Liguria: dal basilico alle erbe aromatiche e alle spezie, patrimonio della tradizione commerciale della Repubblica Marinara di Genova». Il basilico è solo una delle note di testa della fragranza, insieme a menta, arancio, bergamotto ed eucalipto. Le note di cuore, che emergono non appena si affievoliscono quelle di testa, sono rosmarino, lavanda, coriandolo, pino e chiodi di garofano. Infine, le note di fondo: timo, maggiorana, santoreggia e gelsomino. «Abbiamo lavorato per mesi a questo progetto - prosegue Gavazzi - riuscendo a sviluppare una fragranza in grado di interpretare il carattere della Liguria e che possa a tutti gli effetti "arredare olfattivamente" la città di Genova».

Un progetto ampio e d'impatto, portato avanti in rete con le diverse realtà presenti sul territorio. «La Liguria è una terra dalle tante sensazioni - aggiunge Giovanni Toti, presidente di Regione Liguria - fatta di scorci e città bellissime che riempiono gli occhi, di piatti e ricette tipiche che ne fanno una terra del gusto, e di tanti profumi che accolgono i turisti, da quello del basilico del suo pesto, agli agrumi che punteggiano la Riviera, fino al profumo del mare e dei pini marittimi. Ben venga quindi questa iniziativa innovativa che proprio sui profumi di Liguria punta: questa volta ad accogliere le decine di migliaia di visitatori del Salone Nautico sarà anche una fragranza che racchiude lo spirito di Genova».

Più di duecento diffusori con bastoncini in legno andranno a veicolare cinquecento litri di profumo "Genova". «In questo progetto - conclude Marco Bucci, sindaco di Genova - c'è tutta la bellezza di Genova: la fragranza della nostra terra che si mischia allo splendore del centro storico, uniti alla illuminazione di giovani imprenditori che con questa meravigliosa idea hanno dimostrato di avere la città nel loro cuore. Genova non può che ringraziare per questa splendida iniziativa che renderà ancora più unici molti posti in cui ogni giorno passeggiano migliaia di turisti».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La curiosità: perché a Genova ci sono tante finestre dipinte sui palazzi?

  • La curiosità: perché a Genova i numeri civici sono di due colori diversi?

  • Le migliori sagre dell'autunno 2019 a Genova e provincia: dove e quando

  • Piante di marijuana alte due metri, quarantenne nei guai

  • Incidente in porto, tre operai feriti

  • Amt, l'orario invernale porta con sé alcune novità

Torna su
GenovaToday è in caricamento