rotate-mobile
Attualità Sturla / Via Gerolamo Gaslini

Gaslini, raro parto di tre gemelli monozigoti: "Ora devono imparare a mangiare"

Nati a fine maggio, l'ospedale ha comunicato che i tre neonati sono usciti dal reparto di Patologia Neonatale e si trovano ora al nido

L'ospedale Gaslini di Genova ha fornito aggiornamenti sul raro parto dei tre gemelli monozigoti avvenuto a fine maggio nell'istituto. I tre neonati, figli di una coppia di Savona, erano venuti al mondo con un cesareo programmato e alla nascita pesavano 1,6 chilogrammi ognuno. Dall'area di Terapia Intensiva Neonatale erano poi stati spostati nella semi-intensiva della Patologia Neonatale, da cui ora sono usciti per spostarsi al nido.

"I tre gemelli monozigoti  stanno bene e ora sono al nido - spiega il Gaslini - Anthony, Andrea e Leonardo sono usciti finalmente dal reparto di Patologia Neonatale e ora devono imparare a mangiare". 

"Sarà un po' difficile ora fare la Marsupio Terapia con tre gemelli identici, ma di certo noi del Gaslini non ci tiriamo indietro" commenta il prof. Luca Ramenghi, Direttore Uoc Patologia Neonatale e Dipartimento Materno Neonatale. 

Cosa vuol dire monozigoti

Dal sito ufficiale dell'Iss (Istituto superiore sanità): "I gemelli identici o monozigoti sono individui derivanti da un unico zigote (l'ovulo fecondato dallo spermatozoo). Poco dopo il concepimento, lo zigote comincia a moltiplicarsi dando origine a un ammasso di cellule, sempre più numerose e organizzate, che prende il nome prima di morula e poi di blastocisti. Nelle gravidanze gemellari monozigotiche l'ammasso cellulare si scinde in due parti che generano organismi geneticamente identici, cioè con identico patrimonio genetico. I gemelli non identici, o dizigoti, derivano invece da due ovuli distinti, fecondati da due spermatozoi, ognuno dei quali diventa uno zigote con un patrimonio genetico che è per circa la metà uguale all'altro. Ecco perché possono anche essere di sesso diverso".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gaslini, raro parto di tre gemelli monozigoti: "Ora devono imparare a mangiare"

GenovaToday è in caricamento