rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Attualità

"Freedom Rally For Iran" a Genova: "Uomini e donne in marcia per i diritti"

Il corteo partirà sabato 1 ottobre alle 16 da piazza Caricamento. La manifestazione in contemporanea con altre 150 città nel mondo

Continuano le manifestazioni per i diritti umani dopo la morte in Iran, e in circostanze sospette, di Mahsa Amini, la ragazza 22enne curda iraniana probabilmente uccisa dalla polizia morale dopo essere stata arrestata per un ciuffo che le usciva dallo hijab, il velo imposto dal regime islamico iraniano.

Domani, sabato 1 ottobre, in contemporanea mondiale in più di 150 città, verranno organizzati presidi, sit-in e altre iniziative. La mobilitazione che porta il nome di “Freedom rally for Iran” tocca anche Genova con un corteo che partirà alle 16 da piazza Caricamento e arriverà in piazza Matteotti.

Il Freedom rally nasce per iniziativa di Hamed Esmailion, un uomo che l’8 gennaio 2020 ha perso la moglie e la figlia di 7 anni nel volo Ukraine international Airlines 752, abbattuto dal regime iraniano provocando la morte di 176 persone, attraverso l’organizzazione PS752Justice. "Gli iraniani espatriati stanno chiedendo il supporto dei governi dei paesi che li ospitano affinché non scendano più a patti con il regime islamico", racconta uno degli organizzatori Sohrab Najaf.

"Bisogna ricordare che questa è solo l'ultima di una serie di manifestazioni che da più di 40 anni vengono represse nel sangue dal governo - spiega Najaf - come per esempio quelle del movimento Onda Verde iniziate nel giugno 2009 in seguito alle elezioni fraudolente che hanno portato alla presidenza Mahmud Ahmadinejad. La realtà che gli abitanti dell’Iran stanno vivendo oggi è una vera e propria rivolta che potrebbe sfociare in una guerra civile".

A Genova, un gruppo spontaneo di studenti iraniani manifesta il proprio dissenso per aumentare la consapevolezza nell’opinione pubblica. Sabato scorso il sit-in in piazza De Ferrari in cui le donne si sono tagliate una ciocca di capelli in segno di protesta. Lo stesso gruppo, ogni giorno più numeroso, ora si è mobilitato per partecipare alla giornata internazionale di manifestazioni.

Martedì prossimo, poi, in consiglio comunale, sarà dedicata una commissione consiliare alla questione iraniana. La commissione è stata chiesta e ottenuta dalla consigliera della lista rosso-verde Francesca Ghio e da Arianna Viscogliosi, consigliere di maggioranza in Vince Genova.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Freedom Rally For Iran" a Genova: "Uomini e donne in marcia per i diritti"

GenovaToday è in caricamento