Filobus, arriva il finanziamento da 471 milioni: lavori affidati entro fine 2022

Il governo approva il progetto, Comune al lavoro per la definizione del bando di gara per la progettazione definitiva entro la fine dell'anno

Oltre 470 milioni di euro per il trasporto pubblico genovese e per lo sviluppo del progetto filobus: l’ok arriva dalla conferenza ministeriale e riguarda la proposta di decreto della ministra Paola De Micheli, che destinerà 47164 milioni di euro per il progetto di fattibilità tecnica ed economica proposto dal Comune di Genova,.

Il progetto prevede la realizzazione di una rete filoviaria di circa 50 km sugli assi principali del traporto genovese, con la fornitura di 145 filobus elettrici da 18 meri e la realizzazione di 17 nuove sottostazioni elettriche. Sono previsti interventi sulla sede stradale e sulla segnaletica, e specifici adeguamenti urbanistici e di viabilità. Saranno infine realizzati due parcheggi di scambio, 12 fermate capolinea e un nuovo nodo di servizio.

Nel dare il via libera al finanziamento, il ministero ha indicato una serie di osservazioni che riguardano la realizzazione: ridurre al massimo le possibili interferenze con le altre modalità di trasporto pubblico, valutando “l’introduzione di misure di limitazione alla mobilità privata in alcune zone del nodo Brignole, stazione Principe e via XX settembre, anche con l’ausilio di strumenti di micro-simulazione di traffico”, e ancora “verificare la possibilità di incrementare ulteriormente il tracciato stradale di via Emilia/via Piacenza, estendendo la corsia riservata in entrambe le direzioni, anche in considerazione della realizzazione di un parcheggio di interscambio a Staglieno per la Valbisagno”.

A queste indicazioni si aggiunge poi quella di “verificare l'estensione delle banchine soggette a sovrapposizioni di diverse linee di filobus, tanto più se interverranno modifiche normative che consentiranno l'utilizzo di filobus di lunghezza superiore a quella attualmente prevista; verificare che il tracciato previsto in prossimità di Voltri sia il più idoneo a servire il territorio".

«Siamo di fronte al finanziamento più alto mai ottenuto dal Comune di Genova per il trasporto pubblico locale, è una grande occasione per la città, ci dà la possibilità di rinnovare il sistema della mobilità con un grande progetto che, anche se criticato tante volte, si dimostra valido», è stato il commento di Matteo Campora, assessore alla Mobilità, logistica e trasporto pubblico del Comune di Genova.

L'obiettivo dell'amministrazione è arrivare alla definizione del bando di gara per la progettazione definitiva entro la fine dell'anno, e di affidare i lavori entro il 31 dicembre 2022: «Per farlo - ha concluso Campora - metteremo insieme un team con le direzioni di Mobilità e Lavori pubblici del Comune e con Amt per seguire il progetto insieme e per definire cosa dovrà esserci nel bando».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • Lo spettacolo della Corsica dalla Liguria: miraggio o realtà?

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

Torna su
GenovaToday è in caricamento