Attualità

Si chiude alla presenza del sindaco di Genova Marco Bucci il road show di Ediliziacrobatica

Partita da un garage e dall’idea di Riccardo Iovino, skipper per passione, di applicare le tecniche usate in barca a vela e nell’alpinismo anche all’edilizia, oggi EdiliziAcrobatica conta oltre 50 sedi in tutta Italia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Ha fatto tappa a Genova - la città in cui 24 anni è nata dall’intuizione del suo fondatore Riccardo Iovino - e alla presenza del sindaco Marco Bucci il road show di EdiliziAcrobatica, la prima azienda italiana del settore dell’edilizia operativa in doppia fune di sicurezza.

Un tributo simbolico alla città e ai suoi abitanti da parte di un’azienda che, proprio in questi giorni di grande turbolenza sui mercati finanziari, in netta controtendenza con quanto accade, sta procedendo con successo l’iter di quotazione sul segmento AIM di Borsa Italiana.

Un’azienda che assume personale (proprio in questi giorni le responsabili delle risorse umane sono in Sicilia per due tappe del Job Tour Acrobatico) e che è passata nell’arco di 3 anni da poco più di un centinaio tra addetti e collaboratori a circa 500 (compresi quelli dei franchising), con un trend di crescita di bilancio al quale lo stesso sindaco Bucci ha riservato complimenti sinceri: “Aziende come EdiliziAcrobatica, che hanno raggiunto il 46,1% di crescita media annuale in 5 anni sono davvero straordinarie. Vorrei vedere quali altre aziende riescono ad arrivare a tanto: grandi gruppo internazionali del settore dell’auto, ad esempio, non ce la fanno”.

Partita da un garage e dall’idea di Riccardo Iovino, skipper per passione, di applicare le tecniche usate in barca a vela e nell’alpinismo anche all’edilizia, oggi EdiliziAcrobatica conta oltre 50 sedi in tutta Italia e si prepara ad affrontare la nuova sfida della quotazione: “Avere scelto di fare tappa con il nostro road show a Genova - ha commenta to Iovino - proprio nel giorno in cui gli sfollati del ponte Morandi sono rientrati nelle loro case per noi significa dare un segnale di speranza e di coraggio. Da anni operiamo su questo territorio, è da qui che siamo partiti e qui continuiamo a selezionare e assumere personale, contribuendo a sostenere l’economia di questa città”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si chiude alla presenza del sindaco di Genova Marco Bucci il road show di Ediliziacrobatica

GenovaToday è in caricamento