Covid, in attesa del nuovo Dpcm Toti: «No a chiusura confini»

Tra le richieste delle Regioni al Governo anche non chiudere i ristoranti alle 18 e rivalutare la chiusura delle palestre

La pressione del Covid sta crescendo in tutta Italia e il Governo sta preparando un nuovo Dpcm con un ulteriore stretta soprattutto alle attività produttive e commerciali. 

Sabato pomeriggio le misure che il Governo intende prendere sono state discusse con le Regioni, prima di entrare in vigore. Tra queste: la chiusura dei centri commerciali la domenica; la chiusura di palestre e piscine; lo stop a cinema e teatri; il divieto di cerimonie; la chiusura alle 18 di tutte le attività di somministrazione di alimenti e bevande, salvaguardando di fatto solo l'attività di supporto al lavoro: chi deve mangiare in pausa pranzo. 

Le Regioni hanno chiesto di rivalutare questa opzione chiedendo una differenzazione di orario: «Un bar che lavora fino alle 18 ha molta parte del suo incasso nelle colazioni, i piccoli pranzi, i panini di giornata», ha spiegato il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti in diretta Facebook.

«Un ristorante che vede totalmente preclusa la possibilità di lavorare nell'orario della cena evidentemente ha soltanto un turno di clienti a disposizione per potersi mantenere e noi crediamo che questo sia poco giusto e che probabilmente non aiuti neanche molto il contenimento del virus».

Tra le osservazioni presentate al Governo dalle Regioni anche la proposta di non chiudere i confini regionali, comunali e provinciali: «È qualche cosa di non sono ingiusto - continua Toti - ma anche infattibile e incontrollabile, serve una raccomandazione a spostarsi il meno possibile se non per ragioni importanti».

Si chiede anche di valutare anche la chiusura di palestre e piscine: «Mentre è abbastanza certo che i campionati dei cadetti e giovanili a esclusione dei professionisti verrà sospeso come le cerimonie».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

  • Morta in un incidente, raccolta fondi per la famiglia di Alessandra Parente: donati gli organi

  • Albaro: festa di compleanno notturna a Villa Gambaro, i residenti chiamano la polizia

Torna su
GenovaToday è in caricamento