Sangue e plasma "salvavita", donazioni calate di quasi il 5%: «Venite a donare»

Da luglio a ottobre in Liguria si è passati dalle 300 alle 500 unità al mese in meno. Appello della Regione e del centro trasfusionale ligure

Donatori di sangue e plasma in calo in Liguria, e Regione e centri trasfusionali lanciano un appello affinché le scorte possano essere reintegrate.

Tra gennaio e settembre le donazioni sono diminuite del 4,6%: una flessione dovuta, forse, ai timori per la sicurezza in periodo di pandemia da coronavirus, ma la donazione a oggi avviene in totale sicurezza.

La rassicurazione è arrivata dalla dottoressa Vanessa Agostini, direttrice del Centro Regionale Trasfusionale: «L’appello che rivolgo ai donatori è quello di continuare a donare - ha detto Agostini - Ricordo che, a oggi, non ci sono evidenze scientifiche che documentino la trasmissione del nuovo coronavirus attraverso la trasfusione. Il personale addetto alla raccolta di sangue ed emocomponenti è formato per gestire in sicurezza tutto il percorso donazionale dalla prenotazione, chiamata, triage telefonico, misurazione della temperatura prima di accedere in sala donazione, con l’utilizzo dei dispositivi di protezione da parte del personale addetto alla raccolta, senza dimenticare la sanificazione ambientale». 

«I dati sono andati peggiorando - ha ribadito Agostini - da luglio a ottobre siamo passati dalle 300 alle 500 unità al mese in meno. L’appello è alla donazione di plasma, che è calato del 5% e che serve per la produzione di farmaci salvavita. Chiederei a tutti i donatori di recarsi sia nelle sedi ospedaliere, sia presso le associazioni perché anche in questo periodo la donazione sta avvenendo in sicurezza. Chi è entrato in stretto contatto con una persona a cui è stato diagnosticato il covid-19 può donare il sangue solo 14 giorni dopo il contatto. La sospensione si riduce a 10 giorni se al termine del decimo giorno viene effettuato un tampone con esito negativo. Tutti i donatori sanno che se hanno avuto una situazione di rischio devono contattare la struttura di riferimento. Ma l’importante è continuare a farlo».

Sangue e plasma, chi può donare

In generale tutte le persone in buona salute, di età compresa fra 18 e 65 anni, possono diventare donatori. Chi è già donatore può proseguire a donare fino a 70 anni, dopo valutazione medica.

È possibile donare sangue e plasma, quest’ultimo costituisce la materia prima per la produzione, attraverso processi di separazione e frazionamento industriale, di medicinali plasmaderivati, alcuni dei quali rappresentano veri e propri farmaci “salva-vita”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Il proverbio di Santa Bibiana, che "prevede" il meteo

  • A 116 km orari in corso Europa: patente ritirata e maxi multa

  • È arrivata la neve: le foto

  • Famiglia si schianta in autostrada, altro incidente sul Fasce

Torna su
GenovaToday è in caricamento