Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

Trasferimento depositi chimici in porto, il Comune si costituisce in giudizio contro lo stop di Enac

«Siamo convinti della fondatezza della delibera approvata dal consiglio comunale», ha detto l'assessore Simonetta Cenci

La giunta comunale di Genova ha deciso di costituirsi in giudizio per opporsi al ricorso presentato da Enac al Tar contro lo spostamento dei depositi chimici in porto.

L’annuncio è arrivato dall’assessora all’Urbanistica, Simonetta Cenci, che si è detta «convinta della fondatezza della delibera approvata dal consiglio comunale», confermando che «abbiamo dato mandato all’Avvocatura del Comune di predisporre quanto necessario per costituirsi in giudizio».

Cenci ha risposto a un’interrogazione presentata dal consigliere di Italia Viva, Mauro Avvenente, che ha ricordato l’importanza dell’approvazione del trasferimento di Carmagnani e Superba, oggi in via dei Reggio, a Multedo per allontanarli dalle abitazioni e metterli in sicurezza.

La delibera cui fa riferimento Cenci è quella con cui, a settembre, la giunta ha approvato una modifica al Piano di rischio aeroportuale che consente di derogare (fatte salve alcune condizioni) ai vincoli che limitano l’insediamento di alcune tipologie di attività in aree incluse in fasce di tutela aeroportuale. Tra queste aree c’è anche quella del terminal Messina, dove la giunta del sindaco Marco Bucci vorrebbe trasferire i depositi chimici.

Enac - Ente Nazionale per l’Aviazione Civile - a quanto pare, non è d’accordo, tanto da avere intenzione di fare ricorso al Tar per bloccare l’iter.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasferimento depositi chimici in porto, il Comune si costituisce in giudizio contro lo stop di Enac

GenovaToday è in caricamento