rotate-mobile
Attualità

È genovese l'unico italiano al concorso mondiale per compositori: "La mia musica per i sognatori, in questo momento ce n'è bisogno"

Davide Piero Runcini è l'unico italiano in semifinale al Worldvision Composers Contest: l'intervista

È una musica per sognatori quella del genovese Davide Piero Runcini, unico italiano in semifinale al Worldvision Composers Contest. Il concorso mondiale per compositori è arrivato alla semifinale e - su 29 concorrenti rimasti - Runcini, pianista e compositore 43enne, è l'unico a rappresentare il tricolore.

Il concorso di composizione mondiale è alla prima edizione, ed è nato sul web, in Germania, durante il lockdown per portare la musica classica nelle case: nelle fasi iniziali, infatti, è indispensabile il voto del pubblico. Chi arriva in finale, poi, dovrà affrontare una giuria internazionale di critici. E il brano vincitore verrà eseguito a Vienna alla Concert House con l'orchestra, verrà inoltre prodotto anche un disco. Per votare Runcini, è possibile cliccare qui e iscriversi al sito del contest.

Per ogni round i compositori devono portare un lavoro diverso, mai eseguito, ed essendoci la votazione del pubblico non è sufficiente la partitura ma ci vuole anche il video della realizzazione. Un lavoro non da poco: "Ho passato i primi due livelli, regionale e nazionale, con video ambientati nella Biblioteca Universitaria di Genova - spiega a GenovaToday Runcini, formatosi al conservatorio Paganini e con esperienze a Roma e all'estero - e adesso sono l'unico italiano rimasto in semifinale. Ho dovuto presentare un brano orchestrale e ho chiamato un soprano, Laura Ansaldi, anche lei diplomata a Genova, scegliendo di comporre un ciclo dedicato alla luna sui testi di Saffo, Leopardi e Rodari, una scelta volta a mettere in risalto l'italianità. Ho dovuto anche contattare la famiglia di Gianni Rodari per i diritti, sono stati contenti di approvare il progetto".

La scoperta durante il lockdown

Runcini è venuto a contatto con il contest durante il lockdown: "Tutti i miei impegni come musicista erano stati cancellati, a quel punto mi sono detto di cercare di aumentare la visibilità sul web, sul mio canale Youtube, dunque ogni giorno cercavo collegamenti con i musicisti da ogni parte del mondo. Abbiamo fatto rete, è il bello di internet che non ha solo lati negativi. E poi, proprio grazie al web, ho scoperto il Worldvision Composers Contest".

Difficile fare a meno del web adesso: "È proprio così, gioie e dolori. Puoi farti conoscere più in fretta e fare rete, ma per contro una volta portavi le tue demo alle case discografiche sperando di essere giudicato positivamente, adesso per essere notato anche all'inizio devi partire già con una buona base di follower. Non è banale: un compositore emergente deve anche essere promoter, videomaker, social media manager".

Una musica per sognatori

Runcini ha scelto la luna come tema, e tra i testi musicati, la poesia "Sulla luna" di Gianni Rodari termina con "sulla luna e sulla terra, fate largo ai sognatori", un verso a cui Runcini è legato specialmente in relazione ai tempi che stiamo vivendo: "Oggi come oggi più che mai c'è bisogno di sognatori".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

È genovese l'unico italiano al concorso mondiale per compositori: "La mia musica per i sognatori, in questo momento ce n'è bisogno"

GenovaToday è in caricamento