rotate-mobile
Attualità

Liguria, aumenta chi cerca la seconda casa (e chi vende cerca liquidità): l'analisi

Aumenta il numero di coloro che - reduci dalle restrizioni e alle prese con lo smart working - cercano una seconda casa, magari in luoghi turistici

In Liguria, nel 2021, la maggior parte di coloro che hanno venduto casa lo ha fatto per reperire liquidità. Allo stesso tempo, aumenta il numero di coloro che - reduci dalle restrizioni e alle prese con lo smart working - cercano una seconda casa. È questo il dato che emerge dall'ultima analisi di Tecnocasa sulle compravendite immobiliari nella nostra regione.

Il 64,6% delle compravendite ha riguardato l’abitazione principale, il 19,5% gli acquisti di casa vacanza e nel 15,9% dei casi si è trattato di acquisti per investimento. Per quanto riguarda i proprietari nel 54,8% dei casi hanno venduto per reperire liquidità, nel 38,2% dei casi per migliorare la qualità abitativa e nel 7% dei casi per trasferirsi in un altro quartiere oppure in un’altra città.

E poi, chi è che compra casa nella nostra regione? Sempre secondo l'indagine, il 69,6% degli acquirenti sono coppie e famiglie, mentre nel 30,4% dei casi si tratta di single. Nel 25% dei casi ad acquistare sono persone con un’età compresa tra 45 e 54 anni, seguiti da acquirenti con un’età compresa tra 18 e 34 anni che compongono il 21,5% delle compravendite. La tipologia più compravenduta in Liguria è il quattro locali con il 29,2% delle scelte, seguito dai trilocali che compongono il 22,7% degli acquisti.

Aumentano gli acquisti di casa vacanza e con spazi esterni

Un dato interessante è che rispetto al 2019 in Liguria si registra un netto aumento della percentuale di acquisti di casa vacanza, già a partire dal 2020 infatti si era passati dal 10,3% al 18,2%, per poi salire ulteriormente nel 2021 al 19,5%.

L’arrivo della pandemia nel 2020 ha determinato una forte crescita delle richieste e delle compravendite su questo segmento di mercato: persone che si trovano più a loro agio in una casa di proprietà a disposizione (ancora memori delle restrizioni), ma che intendono utilizzarla anche per trascorrere il tempo dello smart working in una location diversa. 

Al contrario, nel 2020 era diminuita la percentuale di acquisti per investimento, ma già nel 2021 si evidenzia una ripresa delle compravendite da parte degli investitori.

Per quanto riguarda le tipologie compravendute a Genova e La Spezia prevale il quattro locali. Da segnalare ad Imperia il 25,8% di acquisti di soluzioni indipendenti e semi indipendenti, percentuale in crescita rispetto al 2019 e determinata dall’alto numero di acquisti di case vacanza ma anche dalla pandemia che ha spinto all’acquisto di tipologie più ampie e dotate di spazi esterni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liguria, aumenta chi cerca la seconda casa (e chi vende cerca liquidità): l'analisi

GenovaToday è in caricamento