Emergenza Covid-19, più di 250mila euro dai Lions

Un’azione rapida e capillare, che mette a disposizione a ospedali, Asl, Comuni e cittadinanza apparecchiature sanitarie, Dpi e derrate alimentari. In tutta Italia le donazioni Lions raggiungono quasi 5 milioni di euro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

Dopo un primo intervento dedicato ad aziende ospedaliere, Croce Rossa e attività di volontariato, le donazioni dei Lions del Distretto 108IA2 si ampliano ulteriormente, arrivando a sostenere anche le famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza Coronavirus. Un insieme imponente di interventi solidali, che raggiungono una cifra complessiva di oltre 250.000 euro nelle province di Genova, La Spezia e Alessandria. In tutta Italia, i Lions hanno complessivamente donato quasi 5 milioni di euro. «Sbigottiti dalla violenza di questa epidemia – ha raccontato Luigi Tarricone, presidente nazionale dell’associazione – ci siamo subito posti a fianco delle istituzioni, anche attraverso i nostri soci medici che operavano in prima linea o presenti nelle amministrazioni locali, raccogliendo le loro richieste. Grazie a 1.300 club e 40.000 soci presenti in tutte le maggiori città italiane siamo riusciti a generare un’azione rapida e capillare».

Accanto ai quasi 200 ospedali che hanno ricevuto supporto dai Club Lions italiani, crescono di giorno in giorno i progetti a supporto della ripartenza dell’economia e il numero delle RSA a cui vengono forniti in primis dispositivi di protezione. «Ci attende una nuova sfida – ha proseguito Luigi Tarricone – noi siamo un’organizzazione che ha grandi professionalità in quasi tutti i campi, composta da professionisti, imprenditori, insegnanti, dipendenti pubblici e privati impegnati ogni giorno a favore delle loro comunità. Dobbiamo adesso mettere queste professionalità al servizio dei giovani, della pubblica amministrazione e delle imprese per aiutare la ripartenza del Paese».

Dispositivi di protezione individuale, apparecchiature sanitarie, derrate alimentari, donazioni in denaro: il Distretto Lions 108 IA2 è subito sceso in campo per aiutare la comunità nella battaglia contro il Covid-19. «Grazie all’azione capillare di tutti i Lions Club delle province di Genova, La Spezia e Alessandria – spiega Alfredo Canobbio, governatore del Distretto Lions 108 IA2 – abbiamo percepito le diverse necessità e ci siamo messi in moto per cercare di dare una mano. In un primo momento ci siamo concentrati su ventilatori polmonari e Dpi, ora le priorità si stanno spostando sul sostegno alla popolazione, in difficoltà dopo il lockdown». In poco meno di due mesi, l’intervento solidale del Distretto Lions 108 IA2 ha superato i 250.000 euro. «Una cifra importante che cresce di giorno in giorno, grazie alla sensibilità e alla professionalità che i Lions da sempre mettono a piena disposizione di chi è in difficoltà».

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento