Giovedì, 28 Ottobre 2021
Coronavirus

Accordo governo-Regioni, via subito il coprifuoco in zona bianca

La proposta condivisa prevede che, una volta che una regione entri nella zona bianca, sia superato il cosiddetto 'coprifuoco' e si possano anticipare le riaperture di quasi tutte le attività economiche e sociali

Accordo tra ministero della Salute e Regioni sulla cosiddetta 'zona bianca'. In un incontro, che si è svolto mercoledì 26 maggio, fra il ministro della Salute Roberto Speranza e il presidente della Conferenza delle Regioni, Massimiliano Fedriga, a cui hanno partecipato anche Giovanni Rezza, direttore generale della Prevenzione del ministero della Salute e Silvio Brusaferro, presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, è stata discussa e condivisa una linea di azione per le zone bianche che sarà poi recepita in una prossima ordinanza del ministro, riferisce il ministero della Salute in una nota.

La proposta condivisa prevede che - fermi restando i criteri base della prevenzione, mascherine, distanziamento, areazione e sanificazione luoghi chiusi -, una volta che una regione entri nella zona bianca, sia superato il cosiddetto 'coprifuoco' e si possano anticipare al momento del passaggio le riaperture delle attività economiche e sociali per le quali la normativa vigente (d.l. n.52/2021 e d.l. n.65/2021) dispone già la ripresa delle attività in un momento successivo.

Il riferimento per lo svolgimento delle attività - dettaglia la nota - è quello delle "Linee guida per la riapertura delle attività economiche e sociali", adottate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome e degli altri protocolli, ai sensi dell'art. 12 del d.l. 65/2021.

A breve, già dal primo giugno, passeranno in zona bianca le prime tre regioni (Sardegna, Molise e Friuli Venezia Giulia). La settimana successiva, dal 7 giugno 2021, dovrebbe essere la volta di Veneto, Liguria, Abruzzo e Umbria. Poi via via le altre, dal 14 giugno dovrebbero unirsi ai territori in zona bianca anche Trentino, Lombardia, Emilia-Romagna e Lazio (e ci spera anche il Piemonte). Entro fine giugno tutta Italia o quasi dovrebbe essere bianca.

«Dobbiamo far ripartire prima possibile le piscine al chiuso, gli spogliatoi delle palestre, i matrimoni e le fiere, i parchi tematici, i casinò e le sale Bingo - ha dichiarato il presidente della Regione, Giovanni Toti -. E anche le discoteche da luglio devono poter riaprire, con il green pass. I numeri del covid, continuano a scendere, la campagna vaccinale procede a pieno ritmo, usciamo da un'idea di emergenza permanente e permettiamo al Paese e a tanti lavoratori di ripartire».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accordo governo-Regioni, via subito il coprifuoco in zona bianca

GenovaToday è in caricamento