Voltri e Multedo, in arrivo due spazi per i tamponi

I tamponi saranno effettuati dai medici di famiglia ai loro pazienti: l'annuncio del Municipio Ponente

A ponente - precisamente a Voltri e Multedo - verranno aperti nei prossimi giorni due spazi messi gratuitamente a disposizione dei medici di famiglia per i tamponi.

Ad annunciarlo, il presidente del Municipio Ponente Claudio Chiarotti: «L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo richiede lo sforzo e l’impegno di tutti per contenere quanto più possibile i contagi e ancor più le vittime. L’inserimento della Liguria in fascia gialla non deve portarci ad abbandonare il livello massimo d’attenzione, ma anzi, deve costituire lo sprone ad aumentare i nostri sforzi. Per questa ragione ieri ho firmato con la mia Giunta la delibera che assegna ai medici di famiglia l’utilizzo gratuito di due primi spazi del Municipio nei quali saranno effettuati tamponi in sicurezza, aumentando le capacità di tracciamento del contagio sul territorio».

Gli spazi, che verranno allestiti e saranno operativi nei prossimi giorni, si trovano a Multedo presso l'associazione Comitato di Multedo, Giardini Lennon, e a Voltri nel retro del Teatro del Ponente in piazza Odicini.

Si tratta di due primi spazi: qualora i medici, che aderiscono al progetto su base volontaria, esprimessero la volontà di aumentare il servizio, il Municipio si è detto disponibile a individuare nuiove sedi, a iniziare dalla delegazione di Pra'.

«Ringrazio i medici di famiglia del nostro municipio - continua Chiarotti - per questo ulteriore impegno, e insieme a loro tutto il personale sanitario sempre in prima fila nella lotta alla pandemia e nella cura di tutti i malati covid e non. Ringrazio l’Associazione Comitato di Multedo e la Compagnia della Tosse Fondazione Luzzati per aver dato la disponibilità a cedere il proprio spazio in nome di un interesse comune e gli uffici del municipio per essersi battuti con noi nel rendere possibile questo servizio in pochi giorni. Abbiamo settimane complesse davanti a noi, giorni di sacrifici e difficoltá, ma se ognuno farà la sua parte, uniti ce la faremo».

Ad effettuare i tamponi sui propri pazienti potranno essere i medici di medicina generale e i pediatri. Si tratta di tamponi rapidi antigenici che potranno essere effettuati su soggetti asintomatici che siano venuti a contatto con casi positivi. Questo permetterà da un lato di accelerare le procedure di diagnosi e il ritorno alle attività sociali e lavorative, e nel contempo migliorerà la capacità complessiva di tracciamento del contagio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

  • «L'ho trovato, vedrai che non succederà più»: arrestato l'aggressore di Giuseppe Carbone

Torna su
GenovaToday è in caricamento