menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dall'autocertificazione alle visite agli amici, le novità in vista per il 18 maggio

Oltre all'apertura di negozi, bar, ristoranti e parrucchieri, da lunedì potrebbero esserci novità anche per quanto riguarda gli spostamenti e le relazioni

Stop all’autocertificazione per uscire di casa e via libera agli appuntamenti con gli amici, i grandi esclusi della prima parte della fase 2: sono possibili provvedimenti che dovrebbero entrare in vigore a partire da lunedì, e per cui si attende l’ufficialità.

Stando alle indiscrezioni che in questi giorni stanno trapelando da Roma, dal 18 maggio - giorno in cui nella stragrande maggioranza delle regioni apriranno bar, ristoranti, parrucchieri, estetisti e negozi - non sarà più necessario stampare il modulo con cui si giustificava l’uscita, uno dei “simboli” della pandemia da coronavirus e del lockdown. 

E se non sarà più necessario stampare l’autocertificazione e mostrarla alle forze dell’ordine per circolare, non ci sarà neppure più il divieto di incontrare gli amici: dopo due settimane di fase 2, con numeri incoraggianti dal punto di vista del contagio, il governo riapre a tutti gli affetti, e consente incontri e cene. Resta però da sciogliere il nodo delle singole regioni. 

Non è escluso, infatti, che le limitazioni possano restare più stringenti in quelle in cui la situazione non è ancora completamente sotto controllo: per la circolazione tra le varie regioni sarà necessario attendere almeno il 25 maggio, con tutta probabilità il primo giugno, ma maggiori dettagli arriveranno entro la fine della settimana. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Dati positivi, oggi saremmo in zona gialla»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento