Coronavirus, niente più pazienti in Rianimazione: al Villa Scassi chiude il reparto

L'annuncio con uno scatto in cui il personale sanitario mostra il cartello con scritto "chiuso" in mezzo a una stanza con letti vuoti

È stato uno degli ospedali messi più in difficoltà dall'emergenza coronavirus, e il 3 giugno 2020, per il personale sanitario del Villa Scassi, resterà una data da ricordare. Positivamente, questa volta, perché il 3 giugno 2020 proprio allo Scassi è stato chiuso la Rianimazione Covid, un reparto in cui molte persone hanno lottato contro l'infezione e in cui si sono purtroppo registrate anche vittime.

L'annuncio della chiusura è arrivato con uno scatto condiviso su Facebook in cui i sanitari posano in mezzo alla stanza, i letti vuoti: «L'ultimo pensiero di questa lunga giornata va all'ospedale Villa Scassi di Genova, che oggi finalmente ha chiuso il reparto di rianimazione dedicato all’emergenza Covid perché non ci sono più pazienti», è stato il commento del governatore ligure Giovanni Toti, che ha voluto ringraziare tutte le persone impegnate in questi mesi di emergenza.

«A nome dei liguri voglio dirvi grazie per il vostro enorme lavoro - ha concluso Toti - Avete lottato come dei leoni contro questo maledetto virus e non sono mancati momenti difficili ma non avete mollato mai. E dopo tanta fatica la vostra gioia di oggi è la gioia di tutti noi. Dai che ne stiamo uscendo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • Lo spettacolo della Corsica dalla Liguria: miraggio o realtà?

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

Torna su
GenovaToday è in caricamento