Domenica, 17 Ottobre 2021
Coronavirus

Covid, prorogata al 30 aprile la stretta sui viaggi all'estero

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, il 2 aprile ha firmato una nuova ordinanza che integra quella precedente: i dettagli

Prorogate sino al 30 aprile le disposizioni adottate dal ministro della Salute per i viaggi all’estero in periodo di emergenza coronavirus.

Con un’ordinanza del 2 aprile, il ministro Roberto Speranza ha prolungato le limitazioni disposte da quelle del 30 marzo, valide per tutti coloro che hanno soggiornato o transitato nei quattordici giorni antecedenti all'ingresso in Italia in uno o più Stati e territori Ue.

L’elenco dei paesi inseriti nell’allegato C conta (dal 7 aprile) anche Austria, Israele, il Regno Unito e Irlanda del Nord, dove dunque sarà possibile viaggiare senza motivazioni specifiche, così come avviene per gli altri Paesi dell'Europa.

Chi rientra in Italia da uno di questi Paesi o da quelli Ue dovrà obbligatoriamente sottoporsi a tampone (molecolare o antigenico) nelle 48 ore prima dell'ingresso in Italia, e nel caso in cui risulti negativo, sottoporsi alla sorveglianza sanitaria e a isolamento fiduciario per cinque giorni. Al termine dell'isolamento dovrà effettuare un altro test.

Alle disposizioni si affiancano però una serie di deroghe previste da uno specifico documento, tra cui quella prevista per chi arriva in Italia con voli “covid-tested”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, prorogata al 30 aprile la stretta sui viaggi all'estero

GenovaToday è in caricamento