menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vaccini covid, la richiesta in consiglio comunale: «Navette per gli anziani senza accompagnamento»

La consigliera MariaJose Bruccoleri ha presentato un’interrogazione in cui ha chiesto fondi per organizzare servizi ad hoc per gli over 80 che non riesco a raggiungere da soli le sedi vaccinali

Navette per accompagnare gli over 80 non totalmente auto sufficienti a fare il vaccino, aiutandoli e supportandoli nel caso in cui non abbiano parenti o amici che possano accompagnarli.

La richiesta è arrivata dalla consigliera MariaJose Bruccoleri, che in Sala Rossa ha portato la sua esperienza di farmacista citando gli anziani arrivati a prenotare e in difficoltà a raggiungere le sedi vaccinali dislocate nel territorio della Asl 3, entroterra compreso.

«Ci sono persone anziane che hanno grandi difficoltà anche solo a salire i gradini - ha detto Bruccoleri - So che è partita l’iniziativa della gratuità dei mezzi Amt ma non è sufficiente, ci sono anziani che non riescono a raggiungere l’autobus e che se non hanno figli o nipoti che li possono accompagnare sono costretti a pagare l’ambulanza o il taxi».

Bruccoleri ha quindi chiesto al Comune di attivarsi per siglare convenzioni con i tassisti e per organizzare un servizio dedicato al trasporto e all’accompagnamento degli anziani alle sedi vaccinali, mezzi «che li vadano a prendere e li accompagnino in struttura - ha sottolineato la consigliera - È necessario implementare i bus gratuiti con altre misure consone a persone che non riescono a camminare».

A risponderle l’assessore comunale ai Trasporti, Matteo Campora, che ricordando l’iniziativa già adottata dal Comune con Amt ha sottolineato come la gratuità dei mezzi valga andata e ritorno per l’anziano e anche per l’accompagnatore: «Sia a livello urbano sia extraurbano, la gratuità si applica dalla residenza al centro vaccinale e riguarda ed è estesa anche a chi accompagna il cittadino over 80 che fa la vaccinazione - ha spiegato - Nel momento in cui dovessero intervenire i controllori, il cittadino deve mostrare la prenotazione».

«Questa è una prima iniziativa - ha concluso Campora - Cercheremo di coinvolgere Regione e Città Metropolitana, visto che alcuni siti sono fuori dall’ambito urbano, di verificare la possibilità di interventi a sostegno e stanziare fondi per altre iniziative mirate».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus, Bassetti: «È iniziata terza ondata, temo farà male»

Coronavirus

Coronavirus: altri 15 decessi, il più giovane aveva 61 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento