Coronavirus

Vaccini in vacanza, Figliuolo richiama le Regioni. "Trattativa" Liguria-Piemonte

Il presidente della Regione, Giovanni Toti, sabato incontrerà il governatore Cirio per discutere del flusso di turisti tra i rispettivi territori. Il commissario per l'emergenza, intanto, chiede pragmatismo: programmare le ferie sulla base del ciclo

Nei giorni in la Liguria attende l'ambito passaggio in zona bianca, fissato al 7 giugno (salvo che la curva dei contagi continui a calare), e la partenza effettiva della stagione turistica, il commissario per l'emergenza coronvirus Figliuolo interviene sul tema dei vaccini e delle ferie, mettendo anche un freno a quelle regioni che, proprio in virtù della ripresa economica, hanno chiesto di poter avere più fiale per poter vaccinare i turisti. Quantomeno quelli di lungo termine, come già suggerito dal presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti.

«È bene che chi va in vacanza si regoli in funzione dell’appuntamento», ha detto Figliuolo, ricordando che «Astrazeneca si può programmare con un intervallo tra quattro e dodici settimane tra prima e seconda dose, con i vaccini a Rna le due somministrazioni possono essere a 42 giorni». Il generale riporta all'ordine, insomma, invitando a «tenere la barra dritta ancora per due o tre settimane» e ad «andare verso le aperture in maniera ordinata e sicura. C’è stato un calo vertiginoso dei contagi, delle ospedalizzazioni e dei decessi dovuto anche all’ordinanza che ha dato la priorità assoluta alle classi vulnerabili. Invito le Regioni a seguire in maniera armonica e ordinata il piano vaccinale».

Il rischio, infatti, è che si crei confusione tra le banche dati regionali in un momento cruciale della campagna di vaccinazione, quello in cui partirebbe, di fatto, la vaccinazione di massa: il sistema potrebbe andare in sovraccarico dovendo tenere conto di vaccinazioni somministrate in due regioni diverse, e sarebbe necessario ridistribuire le dosi già destinate alle singole regioni sulla base degli abitanti tenendo conto anche dei turisti.

Toti ha già detto di essere favorevole alla vaccinazione dei turisti, a patto che si tratti di persone che in Liguria potrebbero restare per l'intera durata del ciclo vaccinale. E ha annunciato che sabato incontrerà il governatore del Piemonte, Alberto Cirio, per definire un piano operativo che consenta ai turisti piemontesi che trascorrono mesi o settimane in Liguria di vaccinarsi presso le asl della Liguria (e viceversa). 

«Ne ho parlato a lungo con il generale Figliuolo - ha detto Toti - Certamente non possiamo trasformare la campagna per i vaccini in un'agenzia di viaggio, chi si sposta in giro per l'Italia deve farlo tenuto conto di un appuntamento importante che è il vaccino. Ma in alcuni specifici casi si può invece trovare una regolamentazione nazionale».

«Certo, non dobbiamo scambiare la campagna vaccinale per il giro d'Italia - ha sottolineato ancora il presidente della Regione - dobbiamo essere seri su questo, se qualcuno passa molti mesi o settimane da noi è evidente che avrà a disposizione il servizio sanitario della Liguria, se qualcuno va a fare un giro a Portofino o alle Cinque Terre è opportuno che faccia il vaccino nella sua».
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini in vacanza, Figliuolo richiama le Regioni. "Trattativa" Liguria-Piemonte

GenovaToday è in caricamento