Coronavirus

Vaccini covid per gli anziani, si parte il 15 febbraio: cosa si sa, dalla prenotazione al "Vaccine Day"

Dal 12 febbraio dovrebbero iniziare le prime simboliche vaccinazioni agli anziani ultraottantenni, si entra nel vivo a partire dal 15: ecco come avverrà l'intero processo

Anche la Liguria si avvia, come altre regioni, verso il “Vaccine Day” che darà il via alla prima parte della Fase 2 di vaccinazioni contro il coronavirus, quella riservata agli anziani over 80.

Con la somministrazione di tutti i richiami ai poco più di 61.000 professionisti sanitari e agli ospiti e al personale delle rsa che hanno fatto parte della Fase 1, Asl e Regione sono pronti a organizzare la complessa macchina che consentirà di somministrare il vaccini agli ultra ottantenni.

Vaccini over 80: prenotazione e somministrazione

Le prenotazioni verranno aperte tra l’11 e il 12 febbraio con diversi canali, collaborando con medici di medicina, farmacie, sportelli Cup, pubbliche assistenze e in autonomia, con la compilazione del form presente sul sito di Liguria digitale.

Le prenotazioni verrano raccolte, e una volta stilato l’elenco degli over 80 partiranno le vaccinazioni, indicativamente intorno al 15 febbraio. Nei giorni scorsi diversi Comuni liguri si sono organizzati in vista della partenza delle vaccinazioni, individuando le sedi in cui tenerle (quando necessario) e avvisando i cittadini della necessità di preparare la documentazione e firmare il consenso informato, indispensabile per ricevere il vaccino.

I sopralluoghi sono in corso: alcune sedi saranno all’interno delle Asl, altre sono state messe a disposizione dai Comuni. Al momento della prenotazione, la persona riceverà un foglio con la doppia data del vaccino - prima dose e richiamo - e la sede in cui verrà somministrato.

A loro arriverà una lettera direttamente a casa, mentre gli ultra ottantenni che non riescono a muoversi in autonomia verranno contatti direttamente dalle Asl e la vaccinazione sarà fatta a domicilio attraverso le squadre che stanno vaccinando in rsa.

Vaccine Day over 80 il 12 febbraio

«Stiamo valutando se vaccinare i primi ultraottantenni la mattina di venerdì 12 febbraio con un simbolico “vaccine day” - ha detto il presidente della Regione, Giovanni Toti - è inutile fare le corse, anche se alcune Regioni hanno già aperto le prenotazioni, ma senza i numeri della struttura commissariale in termini di vaccini in arrivo e tempi non è utile».

Martedì è in arrivo intanto un nuovo ciclo di vaccini, 14 “pizza box” Pfizer che contengono poco meno di 14.000 dosi. Proprio Pfizer e Moderna verranno utilizzati per i vaccini per gli over80, mentre quello AstraZeneca verrà utilizzato per entrare ne vivo della Fase 2, quella di massa, visto che è stato approvato con la raccomandazione di utilizzarlo su persone tra i 18 e i 55 anni.

«Con gli arrivi di martedì,  il piano vaccinale prevede la totale e definitiva chiusura della fase 1 stretta che comprende operatori sanitari, ospiti e personale rsa nella settimana a cavallo tra febbraio e marzo - ha detto Toti - stiamo lavorando per far coincidente al fine della Fase 1 e l’inizio della Fase 2».

Sulla vaccinazione di massa per gli under 55, la Regione sta ancora vagliando i canali di somministrazione, ma ciò che è certo è che «stiamo avviando un percorso con i medici di famiglia ed è probabile che coinvolgeremo anche la farmacie -ha concluso Toti - ma tutto è in divenire. Per Astrazeneca non ci sono ancora linee guida specifiche».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini covid per gli anziani, si parte il 15 febbraio: cosa si sa, dalla prenotazione al "Vaccine Day"

GenovaToday è in caricamento