Coronavirus San Martino

San Martino, a pieno regime il nuovo centro vaccinale per pazienti estremamente fragili

Aperto il 6 aprile, con somministrazione iniziale di 250 dosi giornaliere, il centro estenderà da oggi la propria attività anche al pomeriggio, per arrivare, nell’arco di cinque settimane, a vaccinare i circa 5.000 pazienti estremamente fragili in cura presso il Policlinico

L’Ospedale Policlinico San Martino ha comunicato che da oggi, venerdì 9 aprile 2021, è entrato a pieno regime il nuovo centro vaccinale, allestito al primo piano del Padiglione 3 e dedicato esclusivamente alla vaccinazione di pazienti estremamente fragili afferenti alle diverse strutture e reparti del Policlinico.

Il centro è dotato di quattro sale d’attesa pre-somministrazione, tre ambulatori per la vaccinazione (di cui uno con doppia postazione) e tre sale per l’osservazione post-somministrazione. Ciascuna postazione vaccinale richiede la presenza di un medico e un infermiere; si tratta di personale dipendente che presta servizio a titolo volontario, al di fuori del proprio orario di lavoro, e di medici in formazione specialistica.

Aperto il 6 aprile, con somministrazione iniziale di 250 dosi giornaliere, il centro estenderà da oggi la propria attività anche al pomeriggio, per arrivare, nell’arco di cinque settimane, a vaccinare i circa 5.000 pazienti estremamente fragili in cura presso il Policlinico.

Gli elenchi di chi ha diritto a essere vaccinato in questo centro saranno a carico dei vari reparti, che dovranno contattare i propri pazienti proponendo la vaccinazione in base alla terapia seguita. I reparti che hanno in cura questi pazienti stanno prenotando sulle agende rese disponibili sull’applicativo aziendale allestito all’uopo.

Giovanni Toti, presidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria ha commentato: «La vaccinazione delle persone estremamente vulnerabili è un’assoluta priorità per la Liguria, al fianco delle persone anziane. La possibilità di vaccinare queste persone all’interno dell’Ospedale in cui si recano periodicamente per effettuare terapie ed esami consente di rispondere pienamente alle loro esigenze. Il ringraziamento è rivolto a tutti i professionisti del  nostro Policlinico, hub regionale durante tutta l’emergenza pandemica, da oltre un anno in prima linea nella lotta al Covid-19. L’attività a regime di questo centro vaccinale è un importante tassello della campagna vaccinale che ieri ha sfiorato le 14mila somministrazioni giornaliere. Andiamo avanti così, per mettere in sicurezza gli over70 e la popolazione a maggior rischio (persone disabili gravi e estremamente vulnerabili) entro il 30 giugno e poter così finalmente ripartire».

Salvatore Giuffrida, direttore generale dell’Ospedale Policlinico San Martino ha aggiunto: «Pur non rientrando nei compiti istituzionali di un’Azienda come il San Martino, il percorso vaccinale, sin da subito con lo slancio tipico dei professionisti dell’Ospedale, si è attivato per partecipare, insieme ai colleghi del Sistema Sanitario Ligure, a questa ennesima sfida. L’apertura presso il Padiglione 3 anche del 1° piano è l’ennesima dimostrazione dell’integrazione tra due realtà: l’Università degli Studi di Genova, proprietaria dello stabile, e il Policlinico. Un ringraziamento particolare, in rappresentanza di tutti i lavoratori impegnati, al professor Icardi, alla dottoressa Battistini, al dottor Copello, alla dottoressa Beltramini, agli ingegneri Rosso e Tognetti e al dottor Cavaliere».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Martino, a pieno regime il nuovo centro vaccinale per pazienti estremamente fragili

GenovaToday è in caricamento