menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Farmacie, hub alla Fiera, sanità privata e medici di famiglia: così la Liguria prova ad accelerare la campagna vaccinale

Aperte le prenotazioni per la fascia 75-79 anni, oltre 7.700 nella prima mezz'ora di apertura del portale. La settimana che inizia con il 29 marzo sarà decisiva per aumentare il numero di dosi somministrate

Oltre 7.700 appuntamenti fissati in mezz’ora: è il bilancio dell’apertura delle prenotazioni online dei vaccini anti coronavirus per la fascia di età che va dai 75 ai 79 anni, prenotazioni partite sul sito messo a punto da Liguria Digitale alle 23 di lunedì sera.

La Regione ha reso noto che nessuno è rimasto in attesa, e che il sito ha retto “l’urto” degli accessi ancora meglio di quanto accaduto con l’apertura delle prenotazioni per gli over 80. Nessun intoppo neppure quando si è raggiunto il picco di 224 prenotazioni in un minuto, e l’iter dovrebbe procedere ancora più spedito da martedì mattina con la possibilità di prenotare tramite gli sportelli Cup, le farmacie e il numero verde 800 938 818 (la prenotazione tramite https://prenotovaccino.regione.liguria.it resta attiva).

La speranza adesso è che le disdette, dopo il caso AstraZeneca, non facciano registrare numeri troppo alti. Lo stop dello scorso lunedì, imposto a livello nazionale, ha fatto slittare di una settimana le vaccinazioni dei medici di medici, e soltanto lunedì la somministrazione negli ambulatori Asl è ripartita. Stando ai numeri forniti dalla Regione e da Alisa, le disdette sarebbero per ora sotto controllo, anzi diminuite, passando da un 10% a un 5% di prenotazioni cancellate o disattese.

Vaccini covid: dal 29 marzo farmacie, hub alla Fiera e sanità privata

Accelerare con la campagna vaccinale sembra dunque il diktat per le prossime settimane, complice anche la visione del nuovo commissario nazionale per l’emergenza covid, il generale Francesco Paolo Figliuolo.

Dal 29 marzo potranno prenotare in Liguria, con le stesse modalità dei soggetti tra i 75 e i 79 anni, anche le persone tra i 70 e i 74 anni, e da lunedì, sempre dal 29 marzo partiranno le somministrazioni in 50 farmacie liguri (con la Liguria prima in Italia ad adottare questo sistema) e l’attività di un consorzio provato che si occuperà di vaccinare con uno dei due vaccini di tipo “freeze”, quello di Moderna (anche questa una novità a livello nazionale).

Altra novità del 29 marzo, l’apertura dell’hub vaccinale alla Fiera del Mare, dove si vaccinerà sia con AstraZeneca sia con Pfizer e dove vaccineranno anche gli odontoiatri, che hanno offerto la loro disponibilità.

Toti risponde alle opposizioni: «Liguria ottava regione per cittadini vaccinari su cittadini residenti»

«Certo ci sono state delle difficoltà, scelte che ci hanno fatto perdere efficienza - ha detto il presidente della Regione, Giovanni Toti, durante il consiglio regionale straordinario dedicato al tema delle vaccinazioni in cui è stato pesantemente criticato dalle opposizioni - penso a quella di sparpagliare nella prima fase di campagna vaccinale le nostre squadre anche nei piccoli Comuni, dove talvolta la performance è stata inferiore rispetto a quella di chi ha scelto i grandi hub verso cui ci stiamo dirigendo oggi, recuperando quell’efficienza. Ma ci sono aspetti che sono andati indubbiamente bene: la Liguria è stata la prima a curare un paziente con anticorpi monoclonali. L’accordo con i medici di medicina generale sui vaccini è arrivato prima da noi che a livello nazionale, come anche quello con i farmacisti e quello con la sanità privata, unico in Italia, che si farà carico di un ulteriore parte della campagna vaccinale e darà un importante aiuto. Come non si è detto che, in un mare di regioni rosse, la Liguria continua ad avere parametri da zona arancione».

«Non ho sentito dire che la Liguria è l’ottava regione per cittadini vaccinati (con due dosi) su cittadini residenti - ha aggiunto in riferimento alla classifica che vede la Liguria agli ultimi posti per la vaccinazione - con il 4,74% della popolazione ligure vaccinata con due dosi di fronte a una media italiana del 4,05%, e che la Liguria è all’ottavo posto per quanto riguarda le prime dosi in rapporto alla popolazione, con il 9,21% e una media italiana dell’8,72%».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Genova c'è lo scalone a cui si ispirò Hitchcock per "Vertigo"

Coronavirus

Ristorante aperto: «Siamo una mensa», ma scattano le multe

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento