Coronavirus

Vaccino covid, arrivate in Liguria le dosi bloccate dalla neve: il 31 si parte

I vaccini sono contenuti in "pizza-box" che al loro interno hanno 975 flaconi: quelle arrivate oggi sono distribuite secondo priorità nei 14 presidi individuati

Sono finalmente arrivate in Liguria, con un giorno di ritardo causa neve, le 15.600 dosi di vaccino contro il coronavirus (diventate 18.700 con l'ok all'aumento di 6 per flacone) attese per iniziare con la campagna vaccinale su larga scala.

Mercoledì mattina i vaccini sono stati “scortati” nei 14 presidi individuati dalla regione per la somministrazione, e sistemati nelle celle frigorifere in cui verranno conservati a meno 80 gradi in attesa di essere inoculati. 

VIDEO | Vaccino covid, l'arrivo in Liguria delle dosi bloccate dalla neve

Secondo il piano stabilito dalla struttura del commissario Domenico Arcuri, la Liguria ha ricevuto oggi 16 "pizza box” contenente ciascuna 975 dosi, suddivise in: 

- 3 in Asl 1 (Ospedale di Imperia, 2.925 dosi)

- 3 in Asl 2 (Ospedale San Paolo di Savona, 2.925 dosi)

- 7 in Asl 3 (Ospedale Galliera, 1 box, 975 dosi; Istituto Gaslini, 1 box, 975 dosi; Ospedale Evangelico Internazionale: 1 box, 975 dosi; Ospedale Policlinico San Martino, 2 box, 1.950 dosi; Ospedale Villa Scassi, 2 box, 1.950 dosi) 

- 1 in Asl 4 (Ospedale Sestri levante, 975 dosi)

- 2 in Asl 5 (Ospedale Sant’Andrea della Spezia, 1 box, 975 dosi; Ospedale Sarzana, 1 box, 975 dosi). 

Da domani, le singole aziende sanitarie inizieranno la somministrazione alle liste predeterminate nei 14 luoghi individuati. I vaccini per il momento sono destinati al solo personale sanitario e agli ospiti delle rsa, in attesa di avere il via libera anche per i vaccini di AstraZeneca (in ritardo) e Moderna, che potranno aumentare le dosi a disposizione.

Si sono intanto concluse, mercoledì, le prime vaccinazioni al San Martino e nella rsa di Villa Costalta a Mele: vista la possibilità di utilizzare 6 dosi per ogni flacone, anche qui ne sono state somministrate 340 invece che le 320 previste. A livello complessivo, proiettando la possibilità di utilizzare 6 dosi per ogni flacone sulle 60.142 dosi autorizzate per la prima fase in Liguria, si potrà destinare il vaccino a 12mila persone in più.

«lL’Agenzia Italiana del Farmaco ha dato l’autorizzazione all’uso di 6 dosi per ogni flacone, questo porta le 15.600 dosi previste in questa seconda consegna a 18.720 vaccini che verranno somministrati a chi lotta in prima linea contro il virus e ai nostri anziani nelle Rsa - è stato il commento del preisdente della Regione, Giovanni Toti - Coraggio, domani sara? un’altra giornata storica: la Liguria e? pronta».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino covid, arrivate in Liguria le dosi bloccate dalla neve: il 31 si parte

GenovaToday è in caricamento