Coronavirus

Vaccini agli under 18, via libera a Pfizer: la Liguria schiera pediatri e hub

L’Aifa ha approvato la somministrazione del vaccino BioNTech per la fascia 12-15 anni. In Liguria l’obiettivo è completare i cicli entro l’anno scolastico. Toti: «Credo ci vorranno 40/50 giorni»

Obiettivo, vaccinare i giovani e i giovanissimi per l’inizio dell’anno scolastico: lo aveva detto il premier Draghi, lo ha ribadito il commissario per l’emergenza covid Francesco Paolo Figliuolo e lo ha avvallato l’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa), che ha approvato la somministrazione del vaccino Pfizer per la fascia d’età 12-15 anni.

Tocca adesso alle Regioni recepire le indicazioni a livello nazionale e accelerare ulteriormente con la campagna vaccinale, organizzando le somministrazioni per gli studenti. E a scendere in campo dovrebbero essere i pediatri, che insieme con hub vaccinali dedicati potrebbero iniziare a vaccinare in massa i ragazzi sfruttando i loro studi. È quanto ha anticipato il presidente della Regione, Giovanni Toti, spiegando che «stiamo pensando di utilizzare le strutture degli hub per consentire ai pediatri di vaccinare i propri assistiti».

«È possibile che si usi un doppio registro, quindi con la possibilità di vaccinare anche all’interno del proprio studio - ha confermato Toti - Il sistema sarà comunque centralizzato, al momento procederemo in modo che le vaccinazioni degli Under 18 siano completate entro l’anno scolastico e credo ci vorranno 40/50 giorni».

Lunedì sera, intanto, sono partite le prenotazioni per il nuovo “open day” dedicato agli over 18. A disposizione altre 20.500 dosi di Astrazeneca e Johnson & Johnson, che verranno somministrate sino a esaurimento. Martedì mattina, con 13.000 prenotazioni, erano esaurite le dosi J&J nella Asl 3 genovese  e nella Asl 1 imperiese, segno che l’iniziativa ha avuto successo quasi quanto la prima, che ha visto però l’esaurimento di gran parte delle scorte a disposizione già dopo le prime ore di apertura delle prenotazioni.

Sempre a lunedì sera, in Liguria erano stati somministrati 952.064 i vaccini a fronte dei 994.850 consegnati, pari al 96 per cento: la prima dose è stata somministrata al 40,58% della popolazione ligure contro il 38% di quella italiana (+2,58%), mentre la seconda dose è stata somministrata ai 21,14% dei liguri contro il 19,40% della popolazione italiana (+1,74%).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini agli under 18, via libera a Pfizer: la Liguria schiera pediatri e hub

GenovaToday è in caricamento