'Tutti connessi', anche a Genova il progetto per distribuire pc agli studenti

La sede scelta è presso il Centro Civico Buranello. Genova è la terza ad avere un progetto strutturato e organizzato di questo tipo

Con l'emergenza epidemiologica covid-19 e la chiusura degli edifici scolastici, i docenti delle scuole di ogni ordine e grado si sono dovuti attivare per la didattica a distanza (Dad). In base a una recente indagine del portale scuola.net per il 43% degli intervistati mancano gli strumenti a disposizione esclusiva degli allievi e le famiglie devono farsi carico di tutto. Il rischio di restare indietro soprattutto per le fasce più vulnerabili è molto elevato.

Per questo motivo è nato a Torino, ma è attivo anche a Roma, il progetto 'Tutti Connessi', che raccoglie in donazione computer portatili, tablet o smartphone, di qualsiasi marca e tipologia, purché funzionanti e sufficientemente recenti.

'Tutti Connessi' punta a offrire un supporto effettivo alla didattica. L'obiettivo è di raccogliere in dono da privati e aziende gli apparati informatici inutilizzati, eseguire un'attività di rigenerazione/sanificazione e successivamente distribuirli agli studenti che ne abbiano necessità (attraverso gli istituti scolastici o altri soggetti garanti).

Open Genova ha recentemente stretto un accordo di collaborazione con il progetto centrale e la nostra città sarà la terza ad avere un progetto strutturato e organizzato di questo tipo. Ad ospitare le attività di 'Tutti Connessi Genova' sarà il Centro Civico Buranello, recentemente ristrutturato e ripensato per essere messo a disposizione della cittadinanza per iniziative di innovazione digitale. Open Genova ha anche firmato un patto di collaborazione con il Municipio Centro Ovest che appoggia l’iniziativa e che conferisce al progetto un’impronta civica ed istituzionale al tempo stesso.

È in fase di costruzione una rete di soggetti tra cui istituzioni, associazioni, enti e gruppo informali per rendere ancora più capillare l'informazione sulla raccolta di computer per questo progetto, si chiamerà Rete di Raccolta Device (Rrd) e consentirà ad altri progetti di offrire un piccolo (o grande) supporto, in base alle proprie possibilità, a questa iniziativa.

Come aiutare a far crescere 'Tutti Connessi Genova'

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

1. iscrivendosi ad Open Genova e, previa formazione interna e supporto degli altri associati, dedicare qualche ora alla settimana alle attività di rigenerazione dei PC (https://associazione.opengenova.org/tesseramento-2020/ )
2. effettuando donazioni per sostenere l’attività dell’associazione (visita il sito web)
3. donando un PC o altro device con le caratteristiche e le modalità che saranno a breve disponibili sul sito di Open Genova (https://associazione.opengenova.org/progetti/tutticonnessi).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, nuove regole in Liguria: alle superiori lezioni a casa a rotazione, "coprifuoco" in 4 zone di Genova

  • Covid, il coprifuoco per frenare il contagio: cosa succede nelle zone rosse. Ospedali in affanno

  • Non rispettano tempi di riposo, pioggia di multe per autisti di mezzi pesanti

  • Coronavirus e ipotesi lockdown, Bassetti: «Coprifuoco opportuno per Genova, Milano e Roma»

  • Dialetto curioso: "massacan", da dove deriva questa parola antichissima?

  • Il postino di "C'è posta per te" arriva a Torriglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento