«Mamma ho il covid, mi servono 200mila euro», attenzione alla nuova truffa

I carabinieri di Marassi indagano su una truffa, che ha come vittima una donna, residente nel quartiere. Dopo aver ricevuto la telefonata di una donna, che le ha fatto credere di essere sua figlia, l'anziana ha consegnato contanti e preziosi

Immagine di repertorio

Le truffe sono sempre un reato deprecabile, ma lo diventano ancora di più quando si gioca sulla salute delle persone.

I carabinieri della stazione di Marassi hanno raccolto la denuncia sporta da una donna, classe 1945, che ha riferito di aver ricevuto una telefonata da parte di una donna, che, spacciandosi per sua figlia, le ha detto di essere stata ricoverata all'ospedale San Martino di Genova poiché contagiata da covid-19 e che pertanto necessitava urgentemente della somma di 200mila euro per pagare le spese derivanti da cure mediche particolari e specialistiche.

L'anziana vittima ha successivamente consegnato a una complice della truffatrice, giunta presso la sua abitazione e qualificatasi come incaricata dell'ospedale, denaro contante e monili in oro per un valore complessivo pari a 10mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Indagini in corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, possibile "mini lockdown" in tutta Genova: «I contagi crescono ovunque»

  • Covid, tutta Genova diventa zona "ad alta attenzione": firmata la nuova ordinanza

  • Auto pirata travolge gruppo di giovani a Quezzi, 4 feriti gravi tra cui una ragazza incinta

  • Incidente a Quezzi, arrestato il pirata della strada

  • Covid, coprifuoco a Genova dalle 21 alle 6: ecco cosa si può (e non si può) fare

  • Pronto soccorso in affanno, troppi accessi per sintomi lievi: «Sbagliato, ecco quando dovete venire»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento