Coronavirus, Toti risponde alla minoranza: «Emergenza gestita ma le proposte saranno ascoltate»

Ogni rappresentante di ciascun gruppo politico sarà chiamato ai tavoli dedicati all'emergenza Covid

«Ho letto con attenzione la lettera dei gruppi consiliari di minoranza con le proposte per la gestione dell'emergenza Covid-19 e, prima di entrare nel merito dei contenuti, ci tengo a ringraziare i consiglieri per lo spirito di collaborazione dimostrato che ritengo fondamentale nell'esclusivo interesse dei liguri». Così il presidente della Regione Giovanni Toti in risposta alla lettera inviata dalle opposizione in consiglio regionale con un documento unitario.

«Le proposte formulate, in gran parte già attuate, saranno tenute in considerazione a fronte di una situazione che è certamente seria ma non critica», ha sottolineato il governatore.

Poi punto per punto l'analisi delle dieci proposte avanzate dai gruppo della Lista Sansa, Pd, M5s e Linea Condivisa in consiglio per invertire il trend dell'epidemia: «Non appena il Consiglio regionale sarà insediato, ogni gruppo politico sarà chiamato, attraverso un proprio rappresentante, a portare il proprio contributo ai tavoli dedicati all'emergenza - ha aggiunto Toti -. Non è un uomo solo al comando, ma è la battaglia di tutti i liguri, nessuno escluso».

Rispetto all'andamento della pandemia in Liguria Toti, che risponde in maniera dettagliata su diversi punti, segnala comunque che «l'emergenza è gestita e le misure messe in atto in modo puntuale e mirato alla Spezia, dove si era registrato un cluster, sono state efficaci per riportare i contagi sotto la soglia di allarme. Allo stesso modo si sta intervenendo su Genova, dove, a fronte di una significativa espansione dei contagi, sono state messe in campo azioni specifiche e puntuali per tracciare, testare e trattare i positivi al Covid-19». 

Sui posti letto extra ospedalieri, Toti ha risposto che: «Riteniamo che ad oggi le strutture messe in campo, con oltre 200 posti letto su tutto il territorio regionale, siano sufficienti. Qualora il quadro epidemiologico dovesse peggiorare, è già stata valutata la possibilità di utilizzare gli hotel per garantire ulteriori posti letto a bassa intensità, attraverso un bando simile a quello che era già stato messo in campo dalla Protezione civile nella prima fase dell'emergenza anche per ospitare il personale sanitario».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Il proverbio di Santa Bibiana, che "prevede" il meteo

  • A 116 km orari in corso Europa: patente ritirata e maxi multa

  • Neve e ghiaccio in autostrada: scattano blocchi e chiusure, la situazione traffico

  • È arrivata la neve: le foto

Torna su
GenovaToday è in caricamento